Possibile aderisce convintamente alla mobilitazione “NO Pillon” di Ancona del 10 novembre

08/11/2018 - l DDL Pillon è un disegno di legge retrogrado, maschilista e pericoloso, che rischia di far tornare indietro l’Italia di decenni in materia di divorzio.

Il senatore Pillon parla di una legge che tutela i bambini, mentre il testo è volto all’ideale di “matrimonio indissolubile” da lui stesso paventato; è infatti scritto senza alcuna attenzione alla situazione del Paese reale. Paese in cui la disparità salariale tra uomini e donne cresce giorno dopo giorno e in cui la violenza sulle donne rappresenta una vera emergenza sicurezza, spesso derubricata come questione secondaria. A ciò si accompagnano i continui attacchi alla Legge 194 e alla libertà di autodeterminazione delle donne e un contratto di governo che parla di donne solo come “madri” e mira tra le altre cose ad abolire i congedi parentali.

Crediamo perciò essenziale manifestarci per ribadire la necessità di un lavoro culturale profondo, che parta dal rifiuto del DDL Pillon, che si accompagni all’Agitazione Permanente lanciata da “Non Una di Meno” e che miri alla piena parità tra uomini e donne. Per questo Possibile, che cerca di portare avanti quotidianamente queste battaglie, sarà in piazza il 10 novembre ad Ancona."





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2018 alle 17:38 sul giornale del 09 novembre 2018 - 794 letture

In questo articolo si parla di politica, possibile, Possibile Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1b6