Vede un film sulle spose bambine e riaffiorano i ricordi delle molestie subite dallo zio

Ancona 05/12/2018 - La visione in classe di un film sulle spose bambine ha fatto riaffiorare i dolorosi ricordi degli abusi subiti da parte di uno zio: carezze, toccatine e abbracci un po' troppo affettuosi, tanto che la ragazzina, ha deciso di confidarsi con le insegnanti.

La ragazzina, che ora ha 14 anni, solo pochi mesi fa ha trovato il coraggio di raccontare quelle attenzione subite da uno zio, che ha 56 anni. Molestie avvenuto principalmente a casa dell'uomo, che non sarebbero sfociate in rapporti sessuali, ma che hanno fatto finire il 56enne sul banco degli imputati, dopo la denuncia all'inizio del 2018. Martedì, nell'ambito dell'incidente probatorio di fronte al gip Sonia Piermartini, la ragazzina ha ripercorso quelle attenzioni, ribadendo quanto aveva già raccontato a scuola.

Per l'uomo l'accusa è di violenza sessuale su minore. Nessuno si sarebbe accorto di quanto stava accadendo e l'uomo, tramite il suo legale rigetta ogni accusa sostenendo che la minore abbia frainteso semplici gesti di affetto.





Questo è un articolo pubblicato il 05-12-2018 alle 09:51 sul giornale del 06 dicembre 2018 - 889 letture

In questo articolo si parla di abusi su minori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a164