Il nuovo Segretario Regionale del PD si presenta dopo la vittoria: Gostoli: “Rilanciare tutti insieme il PD, basta catenaccio”

Ancona 06/12/2018 - Un simbolico passaggio di consegne tra il Segretario uscente Francesco Comi e il neo eletto Giovanni Gostoli nella sede di Ancona del PD Marche. Comi: “Una vittoria netta di Giovanni e una partecipazione oltre le aspettative”.

“Una vittoria netta, un risultato inequivocabile che attesta Giovanni come legittimo leader del PD nelle Marche”. Questo il commento del Segretario uscente Francesco Comi all’informale passaggio di consegne avvenuto nella mattina di martedì nella sede di piazza Stamira del PD Marche, mentre la cerimonia ufficiale avverrà il 16 dicembre ad Abbadia di Fiastra. Un risultato ottenuto con una partecipazione al disopra delle aspettative. 13mila votanti che legittimano appieno la vittoria di Gostoli e il contributo dato al dibattito da Petrini. “Si apre una stagione politica nuova con un leader giovane, capace e di grande esperienza. Giovanni saprà riaffermare il PD nel territorio e consolidare l’azione del governo regionale”.

Il neo Segretario Regionale utilizza una metafora calcistica per introdurre la strategia del suo mandato: “Dopo il 4 marzo abbiamo davanti a noi partite importanti. Dobbiamo abbandonare il catenaccio per giocare a campo aperto. Fare squadra per vincere la partita più importante per tutti i marchigiani”. Obiettivo di Gostoli rilanciare il PD partendo dal territorio, anche i circoli più piccoli”. Rilanciare il PD e sostenere il Governo Regionale e il presidente Ceriscioli. Un sostegno importante in vista delle elezione regionali nel 2020, che potrebbero vedere la candidatura del governatore uscente senza il rito delle primarie.

Un appuntamento in cui il PD dovrà ribaltare l’esito del 4 marzo, che ha visto i democratici sconfitti nelle Marche. Un obiettivo che richiede l’appoggio di tutte le personalità del partito: “Ho parlato al telefono con la Sindaca di Ancona Valeria Mancinelli e presto ci incontreremo, è importante per il PD essere forte ad Ancona”. Un invito accettato dalla Mancinelli, assente alla conferenza stampa, ma che dichiarava in un secondo momento un’unità di intenti: “Gostoli ha promesso svolte radicali. Sono perfettamente d’accordo. Ora vedremo come realizzarle”. Importante anche l’appoggio del Sindaco di Macerata Carancini, provincia in cui Gostoli ha ottenuto una vittoria con un margine al disopra delle aspettative.

Sul Partito Democratico delle Marche aleggia tuttavia i dubbi della politica nazionale di un PD che avviandosi alle primarie per il Segretario nazionale si mostra diviso forse come non mai. Ci pensa il Segretario uscente Comi: “Commentare le indiscrezioni ci sembra imbarazzante e inutile. Si deve ancora aprire la raccolta firme per la presentazione delle candidature. Ci aspettiamo un percorso partecipato. Siamo un partito che trova la sua forza nelle differenze”.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it




Questo è un articolo pubblicato il 06-12-2018 alle 11:52 sul giornale del 07 dicembre 2018 - 460 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a19U