M5S: "Ennesima inutile passerella nel consiglio comunale relativo al dibattito sulla sicurezza"

Ancona 06/12/2018 - Ennesima inutile passerella durante il Consiglio Comunale "aperto" di ieri, 5 dicembre, relativo al “DIBATTITO SULLA SICUREZZA”. Una sciorinata di punti di vista e….basta.

Ognuno dice la sua sulla sicurezza: il delegato del Prefetto dice che i reati diminuiscono, l’Avvocato di strada dice il problema non c’è ma verrà per colpa del “decreto Salvini”, il rappresentante del Piano dà la colpa al SERT i cui avventori scoraggiano i clienti, i rappresentanti delle forze dell’ordine locali lamentano la scarsissima formazione del personale e della necessità della autodifesa, la comandante del Corpo di Ancona dice che la priorità del corpo sono i controlli (sui 5 mercati rionali e le violazioni al regolamento edilizio…. e la corposa attività amministrativa); la responsabile dei Servizi Sociali del Comune dice che si fa il massimo per integrazione e sostegno, e il dirigente ERAP (indimenticato ma non rimpianto assessore ai LL PP del Comune di Ancona) sembrano operare nel Canton Ticino dimenticando, quest’ultimo, che l’ERAP è allo stesso tempo causa ed effetto della tensione abitativa del nostro territorio.

Negare i problemi non equivale a risolverli; ognuno faccia il suo e lo faccia bene, possibilmente con cognizione di causa (la comandante è nuova) e capacità organizzativa e programmatoria se ne è capace.

Il decisore politico faccia il suo… abbia visione, interesse, vicinanza al territorio… se ne è capace. Questo decisore politico anconetano capace NON è.

Quanto alla passerella.

Dopo gli interventi ci parliamo un po’ addosso, tra noi.

La sala del Consiglio è, come sempre, VUOTA.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-12-2018 alle 09:58 sul giornale del 07 dicembre 2018 - 452 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, MoVimento 5 Stelle Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a19G