Untore dell'HIV: Pinti sarà processato con il rito abbreviato

untore Ancona 06/12/2018 - Verrà giudicato con il rito abbreviato Claudio Pinti, il 36enne di Montecarotto arrestato lo scorso giugno con l'accusa di aver infettato con il virus dell'HIV l'ex fidanzata e prima di lei l'ex compagna, morta nel 2017.

Lo ha stabilito il gup del tribunale di Ancona Paola Moscaroli al termine dell'udienza di giovedì mattina. L'uomo è accusato di omicidio volontario e lesioni personali gravissime.

La difesa di Pinti aveva chiesto di dividere il procedimento: il rito abbreviato per le lesioni personali e il processo ordinario per l'omicidio; il gup ha rigettato le richieste, disponendo il rito abbreviato per entrambi i capi d'imputazione. La prima udienza davanti al giudice si terrà il 17 gennaio.

Le famiglie delle due donne si sono costituite parti civili e hanno richiesto risarcimenti per i danni subiti per un totale di 6 milioni e mezzo di euro.





Questo è un articolo pubblicato il 06-12-2018 alle 16:13 sul giornale del 07 dicembre 2018 - 578 letture

In questo articolo si parla di cronaca, hiv, omicidio volontario, marco vitaloni, articolo, untore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a103