Falconara: seminario regionale Aia, il ministero riconosce il ruolo attivo del Comune rispetto all'ambiente

raffineria api 13/12/2018 - Il Comune di Falconara vede riconosciuto dal ministero dell’Ambiente il ruolo attivo e propositivo svolto in questi mesi rispetto alle criticità ambientali. E’ quanto emerso durante il seminario, organizzato giovedì 13 dicembre dalla Regione, sul tema dell’Autorizzazione integrata ambientale della raffineria Api.

Al convegno, oltre all’assessore regionale Angelo Sciapichetti e ai tecnici regionali, hanno partecipato il dirigente del ministero dell’Ambiente Antonio Ziantoni, accompagnato dai funzionari, il sindaco Stefania Signorini con i tecnici comunali, l’Arpam, i rappresentanti del comando dei vigili del fuoco, i dirigenti Api, rappresentanti dei lavoratori della raffineria e dei comitati ambientalisti di Falconara. Il riconoscimento dell’azione puntuale del Comune di Falconara è arrivato dai rappresentanti del ministero dell’Ambiente e il sindaco Signorini è soddisfatta di quanto affermato nel corso del seminario.

"Raramente, hanno affermato i rappresentanti ministeriali, i Comuni si mostrano attivi come Falconara, che ha inoltrato le tante segnalazioni raccolte in questi mesi, tutte vagliate dal ministero – riferisce il primo cittadino –. Falconara è l’unico Comune italiano ad aver indicato prescrizioni precise e puntuali, tanto che sono state recepite in sede di riesame dell’Autorizzazione integrata ambientale nel maggio scorso".

Sono stati gli stessi rappresentanti ministeriali a riferire delle richieste dell’ente falconarese per un nuovo riesame dell’Aia e un’ispezione straordinaria all’interno della raffineria, richieste rispetto alle quali è stato illustrato l’iter avviato. Sempre gli esponenti del ministero hanno annunciato un’ispezione dell’Ispra all’interno dello stabilimento petrolifero a partire dal 18 dicembre.

Nel suo intervento il sindaco Stefania Signorini ha ricordato tutti i passi intrapresi sin dal suo insediamento, con l’intento di stimolare ed essere presente a tutti i tavoli che trattano di ambiente, salute e sicurezza, da quello promosso dal sindaco stesso in Regione per verificare l’osservanza delle prescrizioni, a quelli convocati in Prefettura per il Pee e per gli aspetti sanitari, fino a quelli del Comitato tecnico regionale dei vigili del fuoco.

Il primo cittadino ha ricordato anche l’istanza rivolta ad Arpam per l’attivazione del progetto ‘Ambiente’ per rendere più semplici le segnalazioni e più completi i monitoraggi della qualità. Ha rinnovato inoltre la richiesta rivolta alla Regione Marche, già avanzata a luglio, affinché approvi una legge che introduca misure per la prevenzione e limitazione delle emissioni odorigene così come già fatto da molte altre regioni italiane.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-12-2018 alle 18:06 sul giornale del 14 dicembre 2018 - 693 letture

In questo articolo si parla di politica, falconara marittima, raffineria api, Comune di Falconara Marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2rw