Senigallia: arrestato un 36enne catanese, dovrà scontare oltre 3 anni di reclusione per rapina

Ancona 14/12/2018 - I Carabinieri della Stazione di Marzocca hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna nei confronti di un 36enne originario di Catania, domiciliato a Senigallia dove si è trasferito da qualche anno.

Il provvedimento cautelare fa seguito alla pronuncia della Corte di Cassazione che a fine giugno aveva dichiarato inammissibile il ricorso presentato dai suoi difensori. L’uomo è stato condannato a 3 anni, 2 mesi e 4 giorni di reclusione per il reato di rapina pluriaggravata in concorso. I fatti risalgono al 23 gennaio 2016 quando l’uomo, insieme ad altri due complici, prese parte ad una rapina ai danni della farmacia “Santa Maria Nuova” di Bertinoro (FC).

I tre, intorno alle 17:30 di quel giorno, armati di grossi cutter e con il volto coperto, fecero irruzione nella farmacia prendendo in ostaggio due farmaciste ed una cliente. “State calme e non vi succederà niente” furono le uniche parole pronunciate. Le vittime furono rinchiuse nel bagno ed in uno sgabuzzino mentre i rapinatori scapparono con un magro bottino consistente nel denaro presente nel cassetto del registratore di cassa.

La condanna attuale va in esecuzione anche con un’altra condanna di minor entità relativa ad un furto commesso nel novembre 2012 in provincia di Firenze. Il catanese, che attualmente gestisce un’attività commerciale a Marzocca, all’esito dei tre gradi di giudizio dovrà scontare una condanna a 3 anni, 2 mesi e 4 giorni di reclusione. Il 36enne prelevato nella sua abitazione di Senigallia, dove è stato rintracciato ieri sera, è stato associato alla Casa Circondariale di Ancona Montacuto.






Questo è un articolo pubblicato il 14-12-2018 alle 14:29 sul giornale del 15 dicembre 2018 - 529 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2te