Squillo di Trombetta, l'Anconitana vince a fatica col Villa San Martino

Ancona 17/02/2019 - E’ una punizione di Trombetta a regalare l’ottava vittoria consecutiva all’Anconitana, che torna a +11 sulla Vigor Senigallia. Ma quanta fatica contro il Villa San Martino, quart’ultimo in classifica, sul campo (in cattive condizioni) di Cattolica.

A sbloccare il match, tutt’altro che emozionante, ci pensa il difensore argentino al 28’ del primo tempo. Il sinistro, da oltre 30 metri, è una sassata che trae in inganno il portiere Giorgi, tradito anche da un rimbalzo. In precedenza, i dorici erano andati vicini al gol due volte: dopo 2’ con Ruibal che, sempre sul lancio di Trombetta, aveva colpito il palo esterno. Poi con Zaldua che, su una gran palla di Visciano, viene murato da Giorgi in uscita. Sul corner seguente, Mastronunzio non inquadra la porta.

Trovato il vantaggio, però, l’Anconitana smette di giocare. Nella ripresa va di nuovo a segno, ma all’11’ il gol di testa di Zaldua, sulla punizione di Jachetta, viene annullato dall’arbitro per fuorigioco. A forza di arretrare il baricentro, la squadra di Nocera rischia di incassare il pareggio: per due volte il Villa San Martino ci va vicino con Rossini e soprattutto con Turrini. Alla fine i dorici portano a casa i tre punti che volevano, pur senza brillare. Alla fine anche Francesco Nocera esprime insoddisfazione. «Dovevamo lottare tutti insieme anche nel difendere il risultato - spiega il tecnico biancorosso - ma è anche vero che su questo campo era molto difficile giocare, specie contro un avversario che deve salvarsi e non ci ha regalato nulla».


di Matteo Ripanti
   redazione@viverancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 17-02-2019 alle 18:14 sul giornale del 18 febbraio 2019 - 602 letture

In questo articolo si parla di sport, ancona, articolo, Anconitana, Trombetta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4nT





logoEV