In treno senza biglietto: "Siamo terrapiattisti, noi non paghiamo". Anconetano nei guai

Ancona 20/03/2019 - C’è anche un anconetano di 26 anni tra i quattro “terrapiattisti” denunciati per non aver pagato il biglietto di un treno, tenendolo fermo per un’ora a Pavia.

E’ accaduto domenica sera sulla tratta Milano-Ventimiglia, dove un Intercity è rimasto bloccato a lungo a causa di quattro passeggeri (un 43enne di Verona, un 37enne di Messina, una donna di 37 anni di Savona e, appunto, il 26enne anconetano) che viaggiavano senza biglietto e, scoperti dal capotreno, si sono rifiutati di fornire i documenti.

«Siamo terrapiattisti - hanno spiegato, mostrando un foglio plastificato definito di autodeterminazione -, siamo ambasciatori diplomatici fuori da ogni giurisdizione planetaria e stati di noi stessi». La giustificazione non ha funzionato: sono stati denunciati dai carabinieri per il rifiuto di fornire le generalità e per interruzione di pubblico servizio, dal momento che il prolungarsi dei controlli hanno bloccato l’Intercity per un’ora alla stazione di Pavia.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite WhatsApp, Telegram, Messenger e Viber di VivereAncona
Per Whatsapp aggiungere il numero 350 053 2033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereancona o cliccare su t.me/vivereancona.
Per Facebook Messenger cliccare su m.me/vivereancona.
Per Viber cliccare su chats.viber.com/vivereancona.


di Matteo Ripanti
   redazione@viverancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 20-03-2019 alle 01:37 sul giornale del 21 marzo 2019 - 3832 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, treno, pavia, biglietto, articolo, terrapiattisti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5wy