Jesi in Rima: Pasqua de Resurrezio'

pasqua 1' di lettura Ancona 21/04/2019 - Buona Pasqua a tutti i lettori, con una nuova poesia di Marinella Cimarelli per la rubrica Jesi in Rima.

A Pasqua vedi de no' affacciatte

sull'arco del porto' co' la felpa e le ciabatte!

T'hai da mette elegante, col vestido de la festa

quello che te frulla da 'n pezzo nte' la testa

che tanto non te cape, inutile insistisce,

me sa che te c'è 'rmasto solo 'n pigiama a strisce!

L'hi' fatta carina a magna' come 'n porcello

Cristo è risorto e adesso vie' 'l bello....

E' da Natale che te riempi la trippa

ade' quel compledo ch'era a cocco de pippa

col càolo che te cape, brutto testo',

momenti mango capi in mezzo al porto'.

Mojeta sgaggia te s'era 'rcomannada:

"Que magni i fettadi? eccote na' frittada,

tutti quei formaggi e sai 'l colesterolo....

me sa che 'l cervello è gido fòri da lo ramarolo

quanno 'l Padreterno preparava le zocche,

quelle come le tua è piene d'albicocche,

eppo' mango mature, ma tutte sfragnade

chi' ce confondemo l'inverno co' l'estade!

Siccome ch'è Pasqua e semo tutti più bòni

pure sci' me l'hi' rotti da' 'n pezzo i cordoni

te lasso perde, òmo sciamannado, ozioso, vizioso,

de siguro scriteriado, almeno hi' capido ch'è la Resurrezio'?

Se 'rnasce a nòva vita, 'mpara lonzo'...

Sci' po' non te sta be' qualche se magna

non me te fa' senti' a 'ttacca' la lagna

tra n'Allelujia, 'n Gloria e n'Osanna

sai que te digo:"Va a magna' giù da mamma!"






Questo è un articolo pubblicato il 21-04-2019 alle 15:29 sul giornale del 23 aprile 2019 - 1290 letture

In questo articolo si parla di cultura, poesie, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6J1

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima





logoEV