Falconara: stalker arrestato mentre scende da un volo. Era in compagnia di un’altra donna, forse la sua prossima vittima

aeroporto Ancona 2' di lettura 20/05/2019 - Fascino e bellezza ammaliavano le sue vittime, ma poi, per la vittima che l’ha denunciato, arrivavano violenze fisiche e sessuali. In manette 40enne

L’aveva conosciuta mentre questa si trovava in un momento difficile della vita, la 45enne che l’ha poi denunciato. Lui, un uomo affascinante di bell’aspetto, le aveva subito dimostrato una serie di attenzioni che non passarono inosservate alla donna, nonostante fosse giá sposata con un figlio.

Ma l’amore “bugiardo” giá dal maggio 2018, dopo pochi mesi di appuntamenti segreti e sotterfugi, cominciava a mostrarsi per quello che era. Lui cominciava a dimostrarsi fortemente geloso, ossessivo e violento fino al punto che nel maggio 2018 colpiva con un forte schiaffo la donna tanto che la stessa cominciava a mettere inevitabilmente in discussione il rapporto.

Giorno dopo giorno la relazione si faceva sempre piú pesante fatta di violenze e ricatti. Due volte all’ospedale per le botte prese e due volte violentata per essersi rifiutata di avere rapporti sessuali con lui. La donna, allo stremo delle forse psichiche, sprofondata in una spirale senza fine, a gennaio 2019 si rivolgeva alla Squadra Mobile di ANCONA, denunciando una serie di episodi a dir poco sconcertanti anche per gli inquirenti. Oltre alle violenze fisiche e sessuali, non sono mancati i ricatti posti in essere dall’aguzzino che in piu’ occasioni pubblicava sui social network le foto della sua amante in atteggiamenti osé. I Poliziotti della Squadra Mobile di Ancona coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di MACERATA(in quanto i fatti sono accaduti in questa Provincia), dopo una minuziosa e delicatissima attività investigativa durata quattro mesi, sabato sera hanno aspettato l’uomo all’aeroporto, sotto la scala dell’aereo dal quale stava scendendo di ritorno da una vacanza con un’altra donna, forse la prossima vittima e gli hanno messo le manette ai polsi sottoponendolo alla misura della custodia cautelare degli arresti domiciliari, disposta dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Macerata. I poliziotti e le poliziotte della Sezione reati contro la persona e stalking della Squadra Mobile dorica hanno perquisito due appartamenti in uso all’uomo e hanno sequestrato computer, telefoni cellulari, tablet e supporti digitali che saranno sottoposti al vaglio degli inquirenti per rinvenire materiale probatorio.






Questo è un articolo pubblicato il 20-05-2019 alle 09:33 sul giornale del 21 maggio 2019 - 3458 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, aeroporto ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7F6