Ancona: A libro aperto. La magia intelletuale di Recalcati abbraccia la Mole: “Un libro è un coltello, un corpo, un mare"

2' di lettura Ancona 23/05/2019 - Un libro è un coltello, un corpo, un mare. In tre sole parole Massimo Recalcati racchiude il senso di un libro: quello che “ci legge”. È così che il noto psichiatra e scrittore ha voluto presentare giovedì pomeriggio la sua ultima fatica al pubblico anconetano alla Mole vanvitelliana ad Ancona. L'assessore Paolo Marasca: "Tornerà presto per Kum"

La metafora di un libro come un coltello affilato capace di plasmare, come burro, il nostro essere nel più profondo. Ma anche il libro inteso come corpo, sensuale ed affascinante. E poi il libro aperto come il mare. Sono questi i concetti che Recalcati ha districato maestralmente in una sensuale dialettica presentando il suo ultimo libro giovedì pomeriggio alla Mole di Ancona davanti ad un folto ed attento pubblico. “A libro aperto” vuole portare il lettore a comprendere il rulo di un vero libro, quello di “leggerci” dentro e non di essere letti.

La potenza di un libro, per Recalcati risiede è nella capacità di “incrinare” i muri, il libro ha la capacità del mare della sua apertura verso i confini. “Il muro spiega Recalcati è la morte del mare”. Ma ci sono anche libri fatti di chiusura per Recalcati: Mein Kampf e anche la stessa Bibbia, quest'ultimo capace di separare l’infedele dall’infedele, l’amico dal nemico. Un muro è infatti per lui "un qualcosa che ci spinge a proteggerci, a chiuderci spingendoci tra l’apertura del mare ed il chiuso del muro".

E poi il corpo. “Il libro è come un corpo, ha una geografia sensuale”. Un libro talmente bello e affascinante da essere divorato, ma allo stesso tempo da consumare pian piano. Per dirlo alla Crozza che “brucia” e che “dura”.

E poi il libro che si fa coltello, qualcosa che “ci taglia”. Secondo Recalcati, dunque, dobbiamo rovesciare il rapporto tra lettore e libro. “È il libro che taglia la mia vita, è il libro che la forma e ci trasforma”.








Questo è un articolo pubblicato il 23-05-2019 alle 22:29 sul giornale del 25 maggio 2019 - 497 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7Tq