Pallanuoto, attesa per gara2 di playoff tra Barbato Design Vela e Salerno

3' di lettura Ancona 11/06/2019 - Mercoledì alla piscina del Passetto, ore 18.45, la Barbato Design Vela Ancona replica il tentativo di superare la Campilongo Rari Nantes Salerno. Che si è imposta sabato scorso in gara1 in Campania per 14-6.

Compito duro, forse durissimo, per gli anconetani di coach Igor Pace, che però stavolta avranno dalla loro vasca e pubblico amico, fattori di non poco conto nel tentativo di rovesciare il pronostico e l'esito dell'incontro di andata. Di fronte, infatti, ci sarà quel Salerno che ha dominato il girone sud di A2 durante la regular season, e che pochi giorni fa in gara1 s'è imposto grazie soprattutto alle reti dei tiratori Luongo e Gandini e alle parate di Santini, l'anconetano che difende la porta della Campilongo da due anni, nato e cresciuto nelle file della Vela Ancona.

Una storia nella storia, un atleta con grandi doti, che ha mostrato anche in gara1. Ma stavolta la Barbato Design Vela sembra decisa a procurargli un dispiacere. Per continuare a vivere il sogno dei playoff, dopo aver concluso la regular season nel girone nord al quarto posto. Un risultato, per gli anconetani, che è già un successo: mai, infatti, una squadra marchigiana maschile era arrivata a tanto. Il team di Igor Pace si è allenato duramente per vincere, non certo e solo per partecipare. E mercoledì al Passetto la squadra proverà a compiere una missione sulla carta quasi impossibile.

"Abbiamo rivisto la partita di gara1 - spiega coach Igor Pace - e abbiamo avuto le medesime sensazioni del dopo-gara, cioè che loro sono molto forti e che noi abbiamo comunque disputato complessivamente una buona prova, non abbiamo preso gol facili su nostre disattenzioni, abbiamo difeso bene. Dovremo cercare di ripetere la stessa prestazione per intensità e per attenzione, certo migliorando alcuni dettagli, cioè soprattutto le percentuali di superiorità, la cattiveria sotto porta. Speriamo che la spinta del pubblico amico ci aiuti a disputare una grande partita".

Ed ecco due giocatori tra i più rappresentativi della squadra anconetana, cioè il mancino Davide Cesini e il centrovasca croato Vinko Lisica. Cesini parla della partita di Salerno e di gara2: "Abbiamo giocato un buon primo tempo, una bella Vela, tutti in acqua con grande voglia di onorare il cammino fatto finora. Poi abbiamo preso qualche gol anche per nostri errori e ci hanno staccato. Però ci siamo dati da fare, abbiamo tirato molto e quando potevamo provare a riagganciare il Salerno abbiamo sbagliato tanto e a ogni errore siamo stati puniti. E contro una prima della classe non puoi permettertelo, è difficile poi recuperare. Ora siamo arrabbiati per la figuraccia di Salerno, un gap così non ce lo meritavamo, quindi prevedo una gara combattuta in cui vogliamo dimostrare che siamo diversi da quelli di Salerno, dovremo fare meno errori anche a livello individuale".

Lisica spiega cosa serve alla Vela per vincere gara2: "Ci serve prima di tutto dimostrare un altro atteggiamento, la voglia di dare il massimo, di crederci, questo prima della tattica di squadra e della tecnica. Serve tanta concentrazione, cercare di sbagliare pochissimo o di non sbagliare per niente. Ma sono fiducioso, vedo i miei compagni molto concentrati, con una paura di quest'appuntamento che è positiva, E' un livello molto alto, giochiamo contro una squadra che è tra le migliori quindici d'Italia, e dunque ci sta che ci sia pressione, ma sta stimolando positivamente il gruppo. Personalmente dovrò cercare di gestire ogni fase di gioco, difesa, trasferimenti, attacco, la prima cosa da fare in queste partite è non sbagliare".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2019 alle 16:30 sul giornale del 12 giugno 2019 - 309 letture

In questo articolo si parla di pallanuoto, sport, playoff, Vela Nuoto Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8u6