Cambiamenti climatici: presentate ad Ancona le azioni di contrasto delle Marche e dell’Istria

3' di lettura Ancona 18/06/2019 - Si è tenuto martedì mattina nella sala conferenze del See Port Hotel il workshop organizzato da SVIM dal titolo “Cambiamenti Climatici, strategie di contrasto e adattamento nelle Marche e in Istria”.

L’evento è stato organizzato nell’ambito della conferenza finale del progetto LIFE SEC ADAPT, “Perfezionamento del modello di Comunità energetica sostenibile attraverso l’adesione all’iniziativa “Mayor Adapt” e l’elaborazione di strategie per l’adattamento ai cambiamenti climatici” (LIFE14 CCA/IT/000316), promosso e coordinato da SVIM – Società Sviluppo Marche.

Hanno partecipato ai lavori: Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione UniVerde), Manuela Bora (Assessora Regione Marche per le Politiche Comunitarie e Ambasciatrice del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia della Commissione Europea), Gianluca Carrabs (Amministratore Unico SVIM - Sviluppo Marche), Sandro Bisonni (Vicepresidente della III Commissione Permanente governo del territorio, ambiente e paesaggio di Regione Marche), Siniša Žulić (Sindaco Comune di Pinguente - Croazia), Federico Benvenuti (Ufficio del Punto di Contatto Nazionale LIFE del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – AT Sogesid), Sergio Castellari (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia INGV, distaccato all'European Environment Agency EEA), Francesca Giordano (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ISPRA), Francesco Musco e Federica Appiotti (Università IUAV di Venezia), Susanna Ferrari Bergomi (Comune di Reggio Emilia) e Carlo Pilotti (Gruppo Unipol).

“Clima ed Energia sono temi su cui SVIM si impegna dal 2010 – ha dichiarato Gianluca Carrabs Amministratore Unico di SVIM – due temi di fondamentali sia ieri che oggi. I risultati dei cambiamenti climatici sono sotto gli occhi di tutti, ma nelle Marche si sta sperimentando concretamente il ruolo dei Comuni previsto dall'Unione Europea nei processi di decarbonizzazione per vincere questa grande sfida grazie all’attività e le professionalità messe in campo da SVIM. Come abbiamo visto in questa giornata ben 11 Comuni marchigiani e 6 comuni istriani hanno dato un segnale forte a tutte le comunità del bacino Adriatico, in un contesto transfrontaliero e coerente con lo sviluppo della strategia Eusair nel contesto geo politico della Macroregione Adriatico - Ionica.

Con LIFE SEC ADAPT, SVIM è riuscita a coordinare, formare e incidere realmente nel processo di mitigazione che l’Ue indica ed auspica al fine di realizzare una reale transizione ad uno sviluppo economico sostenibile e resiliente nei confronti dei cambiamenti climatici. Ad oggi sono 90 i Comuni che hanno aderito al Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia nelle Marche, l’obbiettivo è quello di coinvolgerli tutti perché questi progetti possono e debbono partire dal “basso” e necessitano della cooperazione dell’intero territorio. I Sindaci delle Marche saranno sempre di più i protagonisti al fine di pianificare il contrasto ai cambiamenti climatici. Entro il 2019 tutti i Sindaci sottoscriveranno il Patto dei Sindaci e diventeremo, come Regione Marche, i primi d’Europa ad aver coinvolto tutto il territorio regionale in una pianificazione comune su un tema così importante che ci permetterà di drenare risorse ad hoc per ridisegnare il nuovo modello economico in piena transizione ecologica”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-06-2019 alle 17:46 sul giornale del 19 giugno 2019 - 936 letture

In questo articolo si parla di politica, svim, cambiamenti climatici, sviluppo marche