Festival Ka, a Portonovo il vernissage di Lisa Gelli e Nicola Alessandrini con la mostra ''Frontiere''

2' di lettura Ancona 25/06/2019 - Non solo cinema per la seconda edizione del Festival “Ka - Nuovo Immaginario Migrante”, rassegna di film d’autore, corti animati, artworks e libri con artisti e ospiti internazionali che quest’anno, per la prima volta, sbarca sul mare, ad Ancona.

La rassegna – firmata da Valeria Bochi, Sabrina Maggiori ed Evelyn Puerini e promossa da Pepelab – patrocinata dal Comune di Ancona, affronta quest’anno il tema delle “Frontiere”, ed è proprio questo il titolo dell’artwork che i due artistiNic+Lisa (Nicola Alessandrini e Lisa Gelli) inaugureranno mercoledì 26 giugno alla Spiaggia Bonetti di Portonovo nella magica baia incastonata nel cuore del Monte Conero.

Il vernissage della mostra di poster sarà dalle ore 18, ingresso gratuito per tutta la durata dell’esposizione, aperta presso lo stabilimento balneare fino al 31 luglio. Inserito nel Festival Ka, l’evento site-specific è una azione TU Tenerezze Urbane progetto che promuove azioni creative nel quotidiano come pratiche generatrici di relazioni. Nicola Alessandrini e Lisa Gelli sono due artisti attivi da vari anni sulla scena artistica nazionale ed internazionale, sia con esposizioni in gallerie d’arte che con la produzione di opere murarie pubbliche.

Nell’artwork “Frontiere”, i due artisti, attraverso una serie di esercizi di stile che raccontano di migrazione, accoglienza, umanità, attuano una riflessione visiva sulle frontiere e su chi le attraversa per accertarsi che, cambiando l’ordine dei fattori, il risultato cambi. Oppure no?

“Migrare è una cosa naturale, un passaggio semplice e automatico, innato; dovrebbe essere un diritto universale, di tutte le specie viventi; perché per l’uomo deve essere una condanna?”, spiegano Nic+Lisa. “Per portare questo messaggio dappertutto, abbiamo trasformato questa idea in un progetto itinerante site-specific, infatti ogni volta studiamo gli animali migratori del posto dove realizzeremo il murale e li “mixiamo” con texture ed elementi tipici di popolazioni migranti che abitano quelle zone. Fino ad oggi abbiamo realizzato 5 murales della serie Specie Migranti”.

Un secondo evento “site-specific” di arte urbana arricchisce il cartellone del Festival Ka. Dal 26 al 29 giugno, il collettivo Guerrilla Spam espone una gigantografia e dei manifesti alla Mole, presso il Canalone Spanditori e nel Foyer Auditorium O. Tamburi: nell’artwork “Afferrare il sole in bilico su di una sfera saltando la corda” convivono una serie di personaggi, oggetti e simboli appartenenti a mondi distanti. Sono disegni immaginati da bambini e famiglie provenienti da Nigeria, Ghana, Gambia, Niger, Iraq, Marocco, Siria e Italia e rielaborati poi dagli artisti con uno stile semplice, ironico e fantasioso.

Alla Mole di Ancona Canalone Spanditori - Arena Cinema, proseguono poi le proposte di lungometraggi d’autore: giovedì 27 giugno ore 21 in collaborazione con CinemAmbiente di Torino la proiezione di “Anote’s Ark” (Canada, 2018), lungometraggio del regista canadese Matthieu Rytz; venerdì 28 giugno appuntamento con “Benzine” (Emirati Arabi Uniti, 2017) della regista tunisina Sarra Abidi, per una proiezione in prima nazionale con sottotitoli in italiano a cura di KA Nuovo Immaginario Migrante; sabato 29 giugno proiezione di “Iuventa” (Italia, Germania, 2018) del regista Michele Cinque.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2019 alle 19:05 sul giornale del 26 giugno 2019 - 948 letture

In questo articolo si parla di ancona, spettacoli, comune di ancona, portonovo ancona, festival KA

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8YA





logoEV