Il Premio W.S. Bruce della Royal Society di Edimburgo in visita all'Ing. Massimo Rogante

2' di lettura Ancona 10/07/2019 - Il Prof. Peter Wadhams ha fatto visita, nel pomeriggio di lunedì 1 Luglio, al Dr. Ing. Massimo Rogante, di recente premiato "Marchigiano dell'Anno", esperto nucleare e delle tecniche neutroniche. Wadhams e Rogante sono entrambi componenti del Comitato Scientifico del "Centro Internazionale di Studi sulla Sindone" (CISS), che ha tenuto il più recente meeting nello scorso Giugno.

Peter Wadhams è uno dei massimi esperti a livello mondiale di ghiaccio marino e degli oceani polari. Ha diretto lo Scott Polar Research Institute di Cambridge dal 1987 al 1992 ed è stato docente di Fisica degli oceani e a capo del Polar Oceans Physics Group all’Università di Cambridge dal 1992 al 2015. Ha condotto oltre cinquanta spedizioni polari di ricerca sul campo, compresi sei viaggi in sottomarino al Polo Nord, e ha svolto la sua ricerca da campi provvisori sul ghiaccio, aerei, elicotteri e con veicoli autonomi sottomarini telecomandati.

Oltre al Premio W.S. Bruce della Royal Society di Edimburgo, ha ricevuto la Medaglia Polare da Sua Maestà la Regina Elisabetta II e il "Premio Italgas per le Scienze Ambientali", e uno dei suoi recenti incarichi è quello di docente nel dipartimento di Scienze della Vita dell’Università Politecnica delle Marche, per il corso di Laurea Magistrale di Rischio Climatico. Il Prof. Wadhams si è recato dall'Ing. Rogante insieme alla consorte Prof.ssa Maria Pia Casarini, già Direttrice dell’Istituto Geografico Polare e ora Vice-Presidente di Polar Educators International.

Gli argomenti discussi hanno riguardato le applicazioni delle tecniche neutroniche nel settore della ricerca Polare, e progetti per contrastare il cambiamento climatico, di cui tutti ci stiamo accorgendo in questi giorni. È appena uscito su Sky (il 7 luglio scorso) il film documentario Ice on Fire prodotto e narrato da Leonardo Di Caprio, in cui il Prof. Wadhams conduce il discorso sui vari metodi allo studio per invertire i fenomeni climatici (trailer alla pagina web https://video.sky.it/news/spettacolo/leonardo-di-caprio-racconta-ice-on-fire/v522266.vid).

Il suo libro “Addio ai ghiacci” (titolo originale “A Farewell to Ice”), già tradotto in otto lingue tra cui l'italiano - dalla moglie Maria Pia - per l'Editore Bollati Boringhieri, è un testo divulgativo e il messaggio corrisponde strettamente a quello contenuto nel film. Non possiamo più rimanere inattivi di fronte a tutti i tragici cambiamenti che stanno interessando il nostro pianeta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2019 alle 19:26 sul giornale del 11 luglio 2019 - 646 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, redazione, Massimo Rogante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9vS