Prorogata all'Informagiovani la mostra fotografica ''Perchè partire''

3' di lettura Ancona 16/07/2019 - A grande richiesta è stata prorogata fino al 30 agosto presso i locali dell’Informagiovani di piazza Roma (underground) “Perchè partire”, la mostra fotografica dell’autrice Michela Verdenelli inaugurata a giugno in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato per sensibilizzare i cittadini sul delicato tema delle migrazioni.

Il reportage racconta la difficile vita dei ragazzi del Senegal e Gambia che decidono di intraprendere il viaggio verso la Libia e poi verso l’ Italia per lasciarsi alle spalle condizioni di miseria, emarginazione, squilibri sociali e politici, inquinamento e degrado del territorio. La mostra resterà aperta con i seguenti orari. Lunedì e Martedì 9:30 -13:00 16:00 -19:00, Mercoledì e Venerdì 9:30 -13:00 , Giovedì 10:00 – 18:00.

L'iniziativa si colloca nell’ambito del progetto territoriale SIPROIMI (Sistema di protezione per titolari di protezione e per minori stranieri non accompagnati) ex Sprar “Ancona Città d'Asilo” che rappresenta la modalità che il Comune di Ancona sceglie, da anni, di adottare per offrire servizi di accoglienza, integrazione e tutela. Il progetto, coordinato dal Ministero dell’Interno in collaborazione con ANCI, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, si rivolge a coloro che hanno già ottenuto una risposta positiva alla domanda di asilo (status di rifugiato o protezione sussidiaria) e ai minori stranieri non accompagnati.

A seguito del Decreto Legge 4 ottobre 2018, n. 113 convertito con modificazione dalla L. 1 dicembre 2018, n. 132 recante modifiche alla disciplina sull’immigrazione e la protezione internazionale, infatti non sono più ammessi a forme di sostegno e tutela tutti coloro che sono ancora in attesa della risposta dalla Prefettura per la richiesta di asilo e tutti i titolari di protezione umanitaria, titolo quest'ultimo abrogato dalla citata riforma del Testo Unico dell'immigrazione L.n. 286 del 1998.

L'ente locale che aderisce alla rete SIPROIMI per l'attivazione di un progetto sul proprio territorio, riceve un finanziamento per la gestione di un percorso di presa in carico del migrante che ha come obiettivo ultimo la riconquista dell'autonomia e una contestuale, reale, possibilità di integrazione. Nell'arco dell'ultimo anno (2018) a rotazione, ad Ancona sono state accolte n. 81 persone appartenenti alla “categoria ordinari” e n. 30 persone appartenenti alla categoria “minori” MSNA.

Da gennaio 2019 ad oggi sono stati accolti a rotazione 23 minori stranieri non accompagnati (ad oggi sono presenti 14 MSNA). A questi si aggiungono altri 5 minori che vivono in famiglie accolti nel progetto “ordinari” Da gennaio 2019 nel progetto ordinari sono state accolte 32 persone (ad oggi, nel progetto ordinari, sono presenti 30 persone: 22 uomini adulti, 3 donne adulte e 5 minori (2 M e 3 F).

Nei primi quattro mesi del 2019 sono invece state n. 236 le persone accolte nei Centri di Accoglienza Straordinaria(CAS) del nostro territorio e gestiti dalla Prefettura, che ospitano temporaneamente i migranti richiedenti asilo in attesa di risposta da parte della Commissione Territoriale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2019 alle 18:06 sul giornale del 17 luglio 2019 - 257 letture

In questo articolo si parla di attualità, informagiovani, ancona, comune di ancona, migranti, mostra fotografica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9HH





logoEV