Svim, con il progetto ''4helix+'' si sviluppa la Blue Economy. Consegnati voucher da 10mila euro alle imprese vincitrici

4' di lettura Ancona 16/07/2019 - Si è tenuto lunedì sera presso il Fortino Napoleonico di Portonovo la cerimonia di consegna dei voucher del progetto 4helix+ coordinato da Svim Società Sviluppo Marche alle 6 imprese marchigiane vincitrici.

4helix+ è un progetto finanziato dal Programma MED per la crescita e l’innovazione del settore BLU attraverso la contaminazione delle imprese culturali e creative, che ha messo in palio un plafond di € 480.000,00 per voucher all’innovazione creativa rivolto a Micro Piccole e Medie Imprese e Start - up, delle regioni partner di progetto, appartenenti ai diversi settori della Blue Economy: biotecnologie, turismo costiero, pesca, acquacoltura, cantieristica, trasporti marittimi, energie rinnovabili, risorse minerali, strutture off-shore.

Erano presenti all’evento: l’Assessora regionale alle Attività Produttive Manuela Bora e l’Amministratore Unico di Svim Sviluppo Marche Gianluca Carrabs.

“Promuovere i processi di innovazione nei settori tradizionali ed emergenti della cosiddetta Blue Growth attraverso la contaminazione con il settore delle imprese culturali e creative – ha dichiarato l’Assessora regionale alle Attività Produttive Manuela Bora - è la sfida alla base del progetto MED 4helix+ e oggi abbiamo avuto il piacere di assegnare i 6 voucher messi in palio dal progetto alle 6 proposte progettuali che sono riuscite a coniugare al meglio le esigenze delle imprese blu marchigiane con soluzioni innovative disegnate su misura da imprese culturali e creative”.

“Un risultato vincente che ha radici profonde – ha sottolineato Gianluca Carrabs AU di Svim – frutto di partnership create e consolidate attraverso un costante lavoro in team, che ha coinvolto 8 aree pilota nel bacino del Mediterraneo, promosso attraverso infodays, bootcamps e un evento di brokeraggio transnazionale tenutosi a Zara ad aprile. Da un lato le aziende marchigiane blu e, dall’altro lato, agenti innovativi, centri di ricerca, imprese culturali e creative fornitori di servizi, i knowledge providers, disposti a studiare soluzioni ad hoc per rispondere in maniera puntuale alle istanze degli operatori economici, contaminandoli con idee e proposte di prodotti, servizi e modelli innovativi.

I numeri danno meglio delle parole un quadro della portata complessiva dell’iniziativa: 48 voucher assegnati in 8 aree pilota del bacino del mediterraneo, del valore di € 10.000,00 ciascuno, una platea di 194 knowledge providers provenienti dai vari Stati, attivamente coinvolti nella definizione di partnership vincenti per la presentazione di progetti culturali e creativi a beneficio delle 120 imprese blu registrate nella Piattaforma 4helix+, sviluppata ad hoc dal partner UNICAM, 85 progetti presentati di cui 15 nelle Marche tra i quali spiccano 21 progetti con forte transnazionalità grazie a partnership miste tra imprese e knowledge providers provenienti da diverse aree pilota. I 6 progetti selezionati nelle Marche hanno interpretato in maniera ottimale, rispetto alla totalità dei 15 progetti complessivamente presentati, la proposta di nuovi approcci all'innovazione nel settore dell'economia del mare nei settori della Pesca e Acquacoltura, Cantieristica e industria Off-shore e Turismo costiero”.

I 6 progetti marchigiani premiati

1. Il Progetto BP / Bio-Packaging: utilizzo di materiali eco-sostenibili per il confezionamento dei prodotti ittici presentato dalla Ditta Ittica CO.PE.RI Srl e dal KP Blue Marine Service prevede una serie di attività legate alla valorizzazione dei prodotti ittici commercializzati dall'azienda, Ittica CO.PE.RI Srl, attraverso l'utilizzo di innovativi imballaggi biodegradabili e compostabili in sostituzione del comune packaging in plastica attualmente utilizzato nel settore.

2. Il Progetto SEALAND Dalla terra al mare: innovare attraverso il patrimonio turistico coinvolge l'Agriturismo Rustico del Conero, il KP Nascente Creative Lab insieme alla Cooperativa di Pesca di Portonovo e l’Associazione Slow Food Ancona & Conero nella promozione del patrimonio turistico, come veicolo per preservare le tradizioni del territorio, la cultura del cibo e la storia, con una nuova prospettiva narrativa.

3. Il Progetto eBT /e-Bike Telling presentato dalla Ditta Ebiketruck srl e dal KP Sineglossa consiste nello sviluppo di un nuovo servizio turistico - tour esperienziale in bicicletta elettrica- basato su approccio innovativo Art & Business, attraverso la creazione di storie e di un training di role playing alle guide turistiche, con l’obiettivo di aumentare il coinvolgimento del cliente.

4. Il Progetto M.F.M.&M. (MARITIME FLEET MONITORING AND MANAGEMENT) presentato dalla Ditta ILMA SRL e dal KP Differens srl permette un nuovo sistema di monitoraggio volto al risparmio energetico e dei costi aziendali nonché alla promozione dei servizi a livello internazionale.

5. Il Progetto Beachtime, proposto dalla Società Cooperative Palm Riviera e dal KP Altagamma srl, grazie alla semplicità e immediatezza del suo utilizzo, permette la diffusione di servizi informativi da parte di operatori pubblici e privati, nonché la gestione dei servizi di prenotazione, integrata da un sistema social rivolto alla comunità degli stabilimenti e utenti della Riviera del Tronto.

6. Il Progetto Gente di Mare proposto dalla Lega Navale Italiana Sezione di San Benedetto del Tronto e dal KP albanese Maniacard, grazie alla messa punto di un’innovativa strategia di comunicazione permetterà la promozione degli sport acquatici in maniera accessibile per tutti nonché il turismo blu durante tutto l’anno.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2019 alle 17:13 sul giornale del 17 luglio 2019 - 553 letture

In questo articolo si parla di attualità, svim, blue economy, sviluppo marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9Hc