Falconara, Blu assistenza sulla guardia medica in spiaggia: ''Rimborso limitato ai costi reali''

Quad 3' di lettura Ancona 18/07/2019 - Blu pubblica assistenza, la onlus che ha ottenuto per quest'anno la gestione della guardia medica in spiaggia a Falconara, replica alla Croce Gialla che, perdendo il servizio, aveva parlato di "servizio al ribasso".

Non siamo abituati a rispondere a chi vuole vendere una propria verità annacquata con frasi d’effetto e scontate. La realtà è univoca ed è una sola. A fronte di una richiesta di aiuto da parte del Comune di Falconara per organizzare un servizio a favore dei cittadini di Falconara e più in generale dei frequentatori dell’ arenile, Blu Pubblica Assistenza si è sentita in dovere di fare una propria proposta incentrata sulla necessità di garantire un servizio di pubblica utilità.

Senza schemi e o pregiudizi, senza alchimie e doppie verità, senza utili e strategie commerciali, ci siamo fatti carico di questa necessità, non un lavoro, non una fonte di guadagno, non un palcoscenico dove venir applauditi e mettersi in mostra….. solamente dare continuità ad un servizio che fino all’anno scorso era remunerativo per chi lo svolgeva, oggi non lo è più. Bastava semplicemente dire questo alla popolazione senza offendere l’intelligenza di chi deve leggere certe comunicazioni.

Ci siamo fatti carico di una necessità della collettività e abbiamo richiesto un rimborso limitato ai reali costi, senza aggiunte alcune, senza lucro da parte dell’associazione. Un soccorritore volontario e uno dipendente non costano più di duemila duecento euro al mese, il servizio dura due mesi, si fa presto a fare i conti. Dal 19 luglio e fino alla fine del servizio, dal venerdì alla domenica sarà presente anche un volontario laureato in Scienze infermieristiche (Infermiere Professionale) per svolgere tutte quelle attività proprie della sua professionalità, disponibilità mai esistita in passato.

Nessuna logica al risparmio, solo buon senso e servizi eccellenti con professionalità e svolti da un’Associazione di volontariato senza fini commerciali. Se poi vogliamo parlare di mere logiche di mercato, che dire della mobilità sociale? Altra gara al massimo ribasso, vinta da chi oggi non accetta il ruolo di sconfitto.

Occorre essere dignitosi e saper stare a questo mondo, non pensare di essere diversi dagli altri, vendere fumo nel tentativo di salvaguardare uno status forse in declino o altro? Non ci interessano polemiche e schiamazzi, tanto meno confrontarci con chi ritiene di essere inappuntabile, crediamo nel nostro lavoro, nella voglia dei nostri volontari, dipendenti e collaboratori di erogare un servizio di buona qualità e sempre migliorabile con l’aiuto e gli incentivi che arrivano dai nostri utenti, da chi ci sostiene, da chi crede nel lavoro che stiamo facendo e,… da chi ci vuole bene.

Il nostro mentore e maestro, il presidentissimo che ci ha dato la forza di continuare anche dopo la sua morte, ci ha insegnato che a piccoli passi possiamo arrivare dove altri, con passi bel più lunghi, non arriveranno mai.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2019 alle 17:10 sul giornale del 19 luglio 2019 - 1000 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, quad, blu pubblica assistenza, guardia medica in spiaggia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9MW