M5S sui debiti della Fondazione 'Le città del Teatro': ''Pagano gli anconetani''

Movimento 5 Stelle 2' di lettura Ancona 22/07/2019 - Si chiude il sipario sui debiti della Fondazione “Le città del Teatro”: pagano i cittadini anconetani. Con una transazione si mette la parola fine sull'annosa vicenda che si trascina da anni e che faceva pendere una bella spada di Damocle sul capo di qualche improvvido amministratore, ora graziato, e sui cittadini anconetani, “garanti a loro insaputa”, dell'allegra gestione di qualche bizzarro amministratore, ex sindaci inclusi.

Il Comune di Ancona, fideiussore per oltre 2 milioni di euro in forza di un atto nullo, chiude la partita con una transazione e un esborso di “soli” 250.000 euro. Meglio così, ci dicono, per non rischiare di perdere andando in causa e opponendo la nullità della garanzia, sottoscritta da chi non aveva titolo per farlo e che, pertanto, avrebbe dovuto rispondere dei debiti contratti col proprio patrimonio.

Strano comportamento quello di Banca Marche che, prima del default, anziché avviare il contenzioso in tempi utili, a quest’ora il giudizio ci sarebbe stato da tempo, ha lasciato il credito a sofferenza e poi lo ha ceduto, magari al 5%?, alla società che lo ha comprato e che adesso con poco più dell’8% sicuramente ci guadagna. Chi ci ha perso? Bisognerà chiederselo? Tutti gli azionisti della banca e ora i cittadini di Ancona che a spese loro chiudono la partita. Ma questo non è l’unico caso, funziona così dappertutto in questo mondo...strano.

L’unica cosa certa è che se un semplice cittadino avesse avuto un debito di 10.000 euro la banca gli avrebbe mandato l’avvocato dopo 5 minuti e avrebbe escusso immediatamente la fideiussione. Nel nostro caso, come detto non l’unico, qualcuno è stato graziato...è un mondo davvero strano. Riguardo alla vicenda della Fondazione “Le città del Teatro”, sicuramente “complessa”, possiamo porci solo domande e fare qualche considerazione.

Certo che a fronte del possibile esborso, la somma stabilita dalla transazione è più che onorevole, ma il tema della nullità delle fideiussioni è proprio sicuro che sia insostenibile giudizialmente? Perché non far pagare quelli che hanno agito per fare danni così rilevanti con il proprio patrimonio? Perché a pagare debbono essere, ancora una volta e come sempre, i cittadini?

Ovviamente nello stesso momento in cui sarà fatto il pagamento dei 250.000 euro depositeremo esposto alla Corte dei Conti per danno erariale, ma, siamo certi, che qualcuno avrà fatto anche i conti con la prescrizione. Non crediamo, infatti, sia un caso che si faccia questa transazione proprio ora.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-07-2019 alle 18:51 sul giornale del 23 luglio 2019 - 531 letture

In questo articolo si parla di politica, Movimento 5 Stelle, Gruppo Consiliare M5S Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9Vz