Medici: lo Sportello Giovani porta il nome di Lorenzo Farinelli

2' di lettura Ancona 03/10/2019 - L'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Ancona intitola al giovane dottore scomparso nel febbraio scorso il servizio di supporto alle nuove leve.

L’iter per accedere alla professione medica dopo il conseguimento della laurea e dell’abilitazione prevede naturalmente l’iscrizione all’ordine. Come ormai da consuetudine l'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Ancona ha ricevuto ufficialmente tutti i neo-medici nel corso dell'incontro di benvenuto che ha di fatto 'sancito' l'ingresso nel mondo della professione medica. Un momento di confronto nella sede Omceo di Ancona che l'Ordine organizza due volte l'anno nel quale, dopo un momento di accoglienza, intende fornire un supporto, una 'bussola di orientamento' a chi, appena terminato il corso di studi, si sta affacciando su quello del lavoro, con tutto ciò che comporta in termini di pratiche, adempimenti burocratici e doveri morali.

"Vogliamo trasmettere un messaggio etico, attraverso il nostro codice deontologico, di una professione che deve essere vicina alle persone - spiega Fulvio Borromei, Presidente Omceo Ancona – Il prendersi cura è l’obiettivo della professione medica, di eguale importanza sono le specialità e le competenze che vanno ad arricchire l’aspetto scientifico e medico. Il prendersi cura è la scommessa del futuro, quel filo rosso che potrà condurci alla rivoluzione etica".

Il Presidente dell’Ordine, alla presenza del Presidente della Commissione Odontoiatrica Federico Fabbri e della Dott. Ssa Giulia Leoni, rappresentante del team dello Sportello Giovani, introduce i giovani medici alla storicità dell’Ordine ma anche a quegli aspetti più ostici della professione come le crescenti esigenze burocratiche e le complessità di un paziente che diviene negli anni sempre più informato - o meglio disinformato – tramite notizie che cerca nel web. Significativa ed estremamente sentita da tutti i presenti la riflessione rivolta a Lorenzo Farinelli, il giovane medico che è venuto a mancare lo scorso febbraio a causa di un tumore.

È proprio a Lorenzo infatti che viene dedicato lo Sportello Giovani, di cui il medico anconetano faceva parte e che rappresenta un’iniziativa interessante e utile, nel quale medici che hanno fatto il loro ingresso qualche anno fa si mettono a servizio dei neo-abilitati per aiutarli ad orientarsi nella vita professionale. Uno strumento interessante che aiuta i neo-laureati ad orientarsi e che rende sempre più l’Ordine punto di riferimento per i medici della città di Ancona. Durante l'incontro, ai neo-abilitati viene consegnato un kit in chiavetta nel quale si spiega cos'è l'Ordine è il suo funzionamento, un vademecum nel quale si trovano istruzioni utili per iniziare ad incamminarsi nel sentiero della professione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2019 alle 16:04 sul giornale del 04 ottobre 2019 - 486 letture

In questo articolo si parla di attualità, medico, Lorenzo Farinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbgD





logoEV
logoEV