Tragedia di Trieste: La Questura di Ancona vicina alle famiglie dei due Agenti uccisi

2' di lettura Ancona 05/10/2019 - Il Questore Cracovia: “Una giornata molto dolorosa, ma continuiamo a fare il nostro dovere per onorare la memoria degli agenti caduti”

Una triste aura di lutto aleggia nella mattina di sabato nella Questura di Ancona. All’alba dei fatti di Trieste, che hanno visto gli Agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demengo, cadere sotto i colpi esplosi da un indagato proprio all’interno della Questura del capoluogo del Friuli Venezia Giulia.

“Questa è una giornata molto triste per noi” dichiara con commozione il Questore Claudio Cracovia, originario di Trieste e che proprio in quella Questura iniziò il suo servizio nella Polizia di Stato “Siamo addolorati dalla scomparsa dei due colleghi e condividiamo il dolore delle famiglie alle quali ci stringiamo. Nonostante il nostro dolore continuiamo a rispettare la nostra missione di ogni giorno di servizio alla gente e alle persone, con il nostro agire quotidiano al territorio”.

Parole pronunciate durante una conferenza stampa per la presenta della prova a fini benefici che l’Ispettore del Commissariato della Polizia di Stato di Fabriano, Raniero Zuccaro, nel deserto del Sahara (qui il link all’articolo). Iniziativa che assume ora un ulteriore valore per tutto il corpo di Polizia: “La Polizia di Stato è sempre attenta alle persone e in particolare alle persone più deboli” ha continuato il Questore “Oggi presentiamo questa iniziativa lodevole per l’aiuto che porterà ai bambini del Perù. L’iniziativa di un Poliziotto che oltre al suo servizio porta il suo essere persona che aiuta le altre persone anche in queste iniziative benefiche. Un impegno che inorgoglisce la Polizia di Stato, portatrice di esempio di quei valori di dignità umana, vicinanza e prossimità e che ci aiuterà ad onorare la memoria dei nostri colleghi con una azione concreta”.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2019 alle 17:35 sul giornale del 06 ottobre 2019 - 503 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbkQ





logoEV
logoEV