Decesso del pescatore in via Togliatti: giovedì gli esami medici e il funerale venerdì pomeriggio

1' di lettura Ancona 09/10/2019 - Sembrerebbe essere stata un’emorragia interna dovuta ad una patologia ad aver tolto la vita a Guido Luciani, pescatore di 46 anni residente in via Togliatti

Era stato trovato dalla madre la mattina di lunedì, già senza vita, accasciato sul pavimento. Le abbondanti tracce di sangue ritrovate nell’appartamento avevano fatto temere che Guido Luciani, di appena 46 anni, potesse essere stato vittima di un’aggressione. Un’ipotesi però, che gli inquirenti della Polizia di Stato escluderebbero, infatti in casa non c’era alcun segno di effrazione o colluttazione e sul corpo di Giuliani nessuna lesione che avrebbe giustificato la perdita di una tale quantità di sangue.

Lo scenario più plausibile secondo gli investigatori sarebbe quello in cui Guido sarebbe deceduto in seguito ad una forte emorragia interna, causata da delle patologie da cui l’uomo era affetto e amplificata dai farmaci anticoagulanti, parte della terapia assunti. Per fugare ogni dubbio verranno eseguiti i rilievi autoptici per stabilire le esatte cause della morte del giovane pescatore, molto conosciuto ad Ancona.

La salma sarà esposta presso l’obitorio dell’ospedale di Torrette alle 15 di giovedí, mentre i funerali invece sono previsti per il pomeriggio di venerdì 11 ottobre, alle ore 15.30, alla chiesa del Santissimo Crocefisso, nel quartiere degli Archi, per l’ultimo addio a Guido di amici, parenti e colleghi.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 09-10-2019 alle 19:09 sul giornale del 10 ottobre 2019 - 2684 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbtN





logoEV