Controlli in città: quattro denunciati, tra loro anche due spacciatori e un presunto ladro di offerte in Chiesa

3' di lettura Ancona 12/10/2019 - Il personale del Commissariato di Polizia di Senigallia, coordinato dal vice questore aggiunto Agostino Licari, ha effettuato una serie di controlli capillari, in special modo in aree in cui talvolta si sono verificati episodi di criminalità urbana, specie di tipo predatorio.

Un primo riscontro all’attività svolta, gli agenti lo hanno ottenuto transitando per la stazione ferroviaria. Qui hanno notato, tra i diversi utenti presenti, che nel piazzale esterno c'era un soggetto di mezza età che si aggirava, con fare sospetto, nel punto in cui vengono parcheggiate le bici. Alla luce degli ultimi episodi di furto di bici, i poliziotti si sono avvicinati all’uomo e lo hanno identificato. Si tratta di C.G. di 45 anni circa, originario della Basilicata, con diversi pregiudizi in materia di reati contro il patrimonio, che già qualche tempo fa si era reso responsabile di reati ad Ancona e per quel motivo era stato raggiunto dal provvedimento di allontanamento dal territorio della provincia di Ancona. Stante l’inottemperanza l’uomo è stato denunciato ed allontanato dalla città.

Nel corso dei controlli effettuati nel centro storico gli agenti hanno effettuato puntuali controlli anche nella zona del Foro Annonario. Qui hanno identificato diversi giovani, alcuni dei quali con precedenti in materia di stupefacenti e tra questi uno, M.R. di 40 anni che ritenendo di non esser notato dai poliziotti, in modo repentino, si disfaceva di un involucro. Gli agenti immediatamente hanno notato il gesto e recuperato l’involucro al cui interno c'era una sigaretta artigianale contenente marijuana ed altre dosi pronte per la cessione di marijuana per complessivi circa 10 grammi. Pertanto l’uomo è stato denunciato per il reato di detenzione di stupefacenti con fini di spaccio e la droga sottoposta a sequestro.

Nel corso, poi, delle attività di vigilanza nel centro storico della città, gli agenti hanno notato due uomini di circa 40 anni che, alla vista dell’auto di servizio della Polizia, svoltavano in una via laterale. Gli agenti li hanno inseguiti e rintracciati e questi si sono giustificati dicendo che avevano fretta di raggiungere la stazione ferroviaria poiché uno dei due era diretto verso la Campania. Gli agenti hanno identificato i due soggetti in P.P. , di 45 anni, del pesarese, e P.G., di 50 anni, campano, entrambi con precedenti per furti e truffe. Gli agenti hanno proceduto ad un controllo e risultava che uno dei due era in possesso del classico metro estensibile con applicato dell’adesivo utilizzato per rubare all’interno delle cassette delle offerte delle chiese, e una somma in monete pari a circa 80 euro ed un coltello. Gli oggetti sono stati sottoposti a sequestro in quanto possibile provento del reato di furto mentre e il campano è stato denunciato per il reato di porto illegale di ami. Entrambi sono stati raggiunti dal provvedimento diretto all’allontanamento dal territorio del comune di Senigallia per tre anni.








Questo è un articolo pubblicato il 12-10-2019 alle 15:20 sul giornale del 14 ottobre 2019 - 485 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbAJ





logoEV
logoEV