La lotta al Pallone d'oro 2019

calcio 6' di lettura Ancona 14/10/2019 - Nonostante i tornei di club come la Champions League o gli stessi campionati nazionali richiamino più enfasi e attirino l'attenzione di tanti tifosi, la lotta al Pallone d'oro riveste un'importanza cruciale per alcuni giocatori.

Il calcio è uno sport di squadra, eppure in tanti sono attaccati ai riconoscimenti personali volti a premiare il loro rendimento nell'anno in corso. Ed è per questo che il prestigioso premio creato nel 1956 dalla rivista francese France Football continua ad essere il più ambito dai migliori calciatori del mondo, anche al di là del The Best della FIFA, premio creato dalla federazione calcistica mondiale dopo la scissione con la pubblicazione transalpina per mancanza di vedute comuni. Dopo la vittoria del The Best da parte di Lionel Messi, si è scatenata un'altra corsa al Pallone d'oro, viste anche alcune accuse su dei voti truccati da parte della FIFA. A meno di due mesi dall'assegnazione del premio individuale più prestigioso del calcio sul quale poter puntare, ecco dunque quali sono i calciatori più quotati a portarlo a casa.

Messi, sempre lui

Da oltre dieci anni il numero 10 argentino del Barcellona fa il bello e il cattivo tempo nel calcio, avendo poi dato vita a una splendida rivalità con Cristiano Ronaldo, con il quale condivide per ora cinque Palloni d'oro. Sempre molto appoggiato dalla propria famiglia di Rosario, ma con lontane origini nella ridente località marchigiana di Recanati, Messi ha effettuato una scalata senza precedenti nel mondo del calcio, dominando lo scenario principale di questo sport grazie al suo talento e alla sua capacità di giocare in modo naturale e senza fronzoli, con un'effettività spaventosa. Vincitore di quattro titoli di Champions League e di ben sei titoli di Scarpa d'oro, trofeo assegnato al miglior cannoniere dei campionati nazionali europei, l'argentino ha messo a segno l'anno scorso una stagione straordinaria, andando al di là dei goal. Non è un caso che la vittoria del Barça in Liga sia stata principalmente merito suo. Tuttavia, la mancata vittoria della Champions League, arrivata dopo l'eliminazione in una battaglia storica persa contro il Liverpool in rimonta ad Anfield, e la sconfitta in finale di Coppa del Re contro il Valencia hanno leggermente messo in discussione il suo status di favorito assoluto nella vittoria del Pallone d'oro. Con l'obiettivo di vincere nuovamente la Champions del 2019 con il Barça, una delle principali candidate alla vittoria secondo le scommesse sportive di Betway con una quota di 7,5 il 2 ottobre, il principale testimonial Adidas punterà comunque ad imporsi nuovamente sui suoi avversari, per vincere il sesto pallone d'oro di sempre e stabilire un nuovo record al quale pochi potranno ambire in futuro.

Ronaldo non si arrende

Anche lui nato per giocare a calcio e da sempre simbolo di sacrificio e abnegazione, Cristiano Ronaldo cercherà l'assalto al suo sesto Pallone d'oro in una sorta di spareggio di lusso con Messi. Con entrambi i fenomeni a quota 5, l'assegnazione di quest'anno potrebbe definitivamente cambiare le carte in tavola, sebbene né il portoghese né l'argentino sembrano avere intenzione di ritirarsi prossimamente. Ronaldo, calciatore ormai da tempo principale immagine della Nike, ha vinto l'anno scorso la Serie A con la Juventus e la Nations League con il Portogallo, portando così a casa due trofei. Il trionfo nella nuova competizione della UEFA è stato importante per ampliare il curriculum internazionale di Ronaldo con la sua nazionale, una squadra che fino al suo esordio non era praticamente mai riuscita a vincere niente. Dal 2004, invece, ossia dalla prima competizione disputata da Cristiano con la maglia del Portogallo, i lusitani hanno conquistato una medaglia d'argento e una d'oro agli Europei, oltre alla già citata Nations League. A livello di club, invece, non va dimenticata la grande prestazione del numero 7 bianconero durante la scorsa Champions, nella quale si era messo in luce con una tripletta e aveva permesso alla Juventus di rimontare la sconfitta del Wanda Metropolitano contro l'Atletico Madrid portando così i bianconeri ai quarti di finale. Quest'anno, il suo obiettivo sarà anche quello di trascinare la sua squadra alla vittoria di un titolo importante come la Coppa Italia.

Salah, Alisson e Van Djik, gli outsider

Vincere una Champions League è già di per sé un successo importante. Se poi arriva nel modo in cui lo ha fatto il Liverpool l'anno scorso, ecco che alcuni dei suoi migliori calciatori possono davvero candidarsi a vincere il Pallone d'oro, la cui giuria spesso si basa sulle vittorie del collettivo. Mohammed Salah, Alisson Becker e Virgil Van Djik sono stati senza dubbio protagonisti nella cavalcata trionfale di un Liverpool capace non solo di ribaltare la difficilissima situazione nella semifinale contro il Barcellona, ma abile a rialzarsi dopo essere quasi stato eliminato. La sua vittoria di misura contro il Napoli nella fase a gironi, che eliminò gli azzurri, fu fondamentale per mettere in piedi l'impresa e vincere un titolo in maniera meritata dopo la sfortunata sconfitta nella finale dell'anno precedente contro il Real Madrid. La truppa di Jurgen Klopp, eccentrico e istrionico allenatore tedesco, si sarebbe imposta con una grande prestazione del collettivo, un collettivo nel quale avrebbero spiccato proprio questi tre calciatori: Alisson come ultimo baluardo, Van Djik come muro difensivo e primo regista e Salah come terminale offensivo e generatore di occasioni offensive. Alisson, inoltre, ha trionfato anche nella Coppa America organizzata nel suo paese, dimostrando di essere a un livello altissimo e di essere probabilmente il miglior portiere del momento in assoluto.

A poche settimane dalla decisione della giuria, la lotta per il Pallone d'oro 2019 sembra essere più serrata del previsto.






Questo è un articolo pubblicato il 14-10-2019 alle 10:28 sul giornale del 14 ottobre 2019 - 3494 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbCE





logoEV