Convenzione tra la Politecnica e le BCC: “Una risorsa importante per le start up”

3' di lettura Ancona 14/10/2019 - Il Rettore Longhi “Le idee non bastano, una collaborazione per trovare finanziamenti alle start up”. Bruno Fiorelli, Presidente Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo: “Importante per lo sviluppo di tutta la regione. Ci aspettiamo forti riscontri”.

Start up, aziende spin-off e brevetti industriali: sono alcuni delle possibilità che nascono nell’alveo creativo dell’Università Politecnica delle Marche ogni giorno. Una buona idea però non è quasi mai sufficiente a diventare impresa e la cima più ardua da superare è spesso il finanziamento iniziale. Trovare un investitore pronto a scommettere su una idea innovativa e su ragazzi giovani spesso alla prima esperienza, riuscire a creare un modello di impresa efficiente e quindi convincente per possibili investitori o semplicemente trovare un partner interessato a non capitalizzare immediatamente l’opportunità, lasciando spazio alla crescita e all’innovazione sono solo alcuni delle difficoltà che le imprese innovative si trovano ad affrontare.

Nasce con questo spirito il progetto WINS, dalla collaborazione tra UNIVPM e la Federazione Marchigiana delle Banche di Credito Cooperativo. La Politecnica, che già offre un’attività di mentoring ai propri ricercatori intenzionati ad entrare nel mondo dell’impresa, servizio che da oggi potrà valersi anche di un comitato tecnico scientifico, composto da Direttori e Vicedirettori proveniente dalle Banche di Credito Cooperativo (composto da Sandrino Bertini, Paola Petrini, Claudio Rovelli, Stefano Tolomeo, Mariano Cesari).

La commissione metterà a disposizione di studenti e ricercatori la propria esperienza e professionalità nel valutare il rischio creditizio e finanziario, diffusa in banca, indispensabile al successo di questo progetto. In seguito ad una prima valutazione poi la possibilità di proseguire la strada grazie ai team, interni alle BCC, coinvolti nella valutazione e nella selezione dei progetti di start-up e delle idee innovative brevettabili, suggeriranno, di volta in volta, ai proponenti le combinazioni ottimali tra le risorse finanziarie diverse (proprie, venture capital, risorse pubbliche, nazionali o dell’UE, affidamenti bancari, ecc.) cui fare riferimento per realizzare i progetti, valutati con probabilità elevata di successo industriale, imprenditoriale, economico, finanziario.

“Una collaborazione importante” commenta il Rettore della Politecnica Sauro Longhi “La realtà delle BCC è molto vicina al territorio. Una ricchezza che vorremmo a disposizione dei nostri giovani. Nel mondo delle Start up servono le idee, ma a volte pur avendo gambe lunghe, le idee non sono sufficienti a crescere. Quando si vuole lavorare con idee e prodotti innovativi servono investimenti iniziali per partire. In questo campo l’esperienza e le capacità delle BBC saranno fondamentali”.

A firmare la convenzione per la Federazione Marchigiana BCC il Presidente Bruno Fiorelli: “L’obiettivo è far crescere con l’innovazione tutti i territori della regione Marche. Questa convenzione va in questo senso. Ci aspettiamo un forte riscontro”. “La Politecnica e le BCC sono due istituiti profondamente legati” spiega il coordinatore del progetto WINS GianMario Raggetti “Circa l’85% dei nostri dirigenti sono laureati in questo ateneo. Siamo due comunità unite da un profondo legame con il nostro territorio. I tecnici della BCC di questa regione conoscono la cultura, la tradizione e la storia economica, permettendo una valutazione professionale delle idee”.

Contesto quello marchigiano sensibile e vivace a progetti innovativi, come testimoniato dal Prof Donato Iacobucci, coordinatore per UNIVPM del progetto WINS “Nelle Marche c’è grande interesse per star up e idea di produzione e servizi innovative. Trovare capitali e finanziamenti è pero il punto debole dell’imprenditoria marchigiana. La collaborazione con le BCC non solo migliorerà il dialogo con gli istituti di credito, ma favorirà eventuali incontri con imprese della filiera marchigiana per collaborazioni e finanziamenti in partnership”.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-10-2019 alle 14:44 sul giornale del 15 ottobre 2019 - 606 letture

In questo articolo si parla di università, economia, università politecnica delle marche, ancona, univpm, start up

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbDw





logoEV
logoEV