Confartigianato lancia la mobilitazione per ottenere l’uscita a nord dal porto

3' di lettura Ancona 17/10/2019 - Marco Pierpaoli, segretario generale di Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino, ha lanciato durante il summit sul porto un invito alle Istituzioni, alle Associazioni economiche ed ai sindacati ad una mobilitazione generale per ottenere la realizzazione dell’uscita a nord dal porto prima delle Torrette.

La grande viabilità va immediatamente realizzata collegando il Porto (il cosiddetto ultimo miglio come garantito anche dal Presidente Conte, che Confartigianato ha incontrato in Aprile a Fabriano sul cantiere della SS76) alla A 14. Sul collegamento a Nord non possiamo più attendere, c’è un progetto concreto realizzato dall’ANAS in primavera, e vanno evitati ulteriori ritardi o altri studi che annullerebbero tutto come è accaduto da oltre 40 anni a questa parte. Con la mobilitazione dobbiamo ottenere la disponibilità del Ministro De Micheli a spingere il ministero e quindi l’ANAS a concludere il lavoro per dare il via alle procedure che porteranno all’indizione delle gare di appalto necessarie.

Cnfartigianato è costantemente impegnata nel sostenere lo sviluppo del sistema Portuale del medio Adriatico centrale, ha affermato il presidente di Confartigianato An-Pu, Graziano Sabbatini che è la più grande industria delle Marche e con i Porti di Ancona e Pesaro riveste un ruolo fondamentale nello sviluppo dell’economia. Nell’incontro promosso da Confartigianato sul tema “Strategie di sviluppo ed opportunità di crescita dei Porti di Ancona e Pesaro”con l’ottica di informare gli imprenditori e di fornire proposte concrete, il Presidente dell’AdS Rodolfo Giampieri e l’Assessore comunale Ida Simonella sono stati illustrati i progetti di sviluppo portuali e delle opere collegate.

Giampieri ha presentato i progetti del nuovo polo croceristico, della cantieristica navale e del lusso che presenteranno opportunità anche lavorative per le imprese dei nostri territori fornite dall’imponente crescita della cantieristica industriale e della cantieristica del lusso nel pesarese e nell’anconetano, alle tantissime opportunità oggi presenti, dal crescente flusso croceristico al traffico mercantile, alle grandi opere, alla logistica ecc...

L’Assessore Simonella si è soffermata sulla ristrutturazione di Via Mattei il cui progetto è stato approvato e si andrà a gara, sulla riprofilatura della costa a nord che sta procedendo come da cronoprogramma e sui bandi avviati per l’attuazione del Bando delle periferie.

Nel dibattito sono intervenuti Paolo Longhi e Luca Casagrande del Comitato territoriale di Ancona, che hanno sottolineato la positività dei progetti in corso, dichiarando la propria disponibilità a condividere e sostenere le varie iniziative anche turistiche, Bruno Ricciardelli dirigente e Marco Arlia responsabile di Confartigianato Nautica, che hanno evidenziato il ruolo delle circa 200 imprese marchigiane del settore che sono a disposizione dei cantieri navali con personale formato e specializzato e chiedono corsie dedicate per far crescere le relazioni fra imprese del territorio, Gilberto Gasparoni responsabile Confartigianato Infrastrutture, trasporti e logistica, che ha sollecitato l’avvio dei grandi appalti per realizzare le opere, a partire dall’uscita a nord dal porto, al raddoppio della SS16 nella tratta Falconara-Torrette al rifacimento della Via Mattei sia per avere strade sicure e percorribili, parcheggi per TIR ed auto, evidenziando che non possiamo subire ulteriori lungaggini.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-10-2019 alle 17:29 sul giornale del 18 ottobre 2019 - 1216 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, politica, porto di ancona, Confartigianato Ancona - Pesaro e Urbino, uscita a nord

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbM1





logoEV