Controlli a tappeto della Guardia di Finanza: scoperti 33 lavoratori in nero e 63 venditori abusivi

1' di lettura Ancona 18/10/2019 - Negli ultimi tre mesi il Comando Provinciale di Ancona della Guardia di Finanza ha messo in campo una capillare serie di controlli economico-finanziari del territorio.

Le Fiamme Gialle hanno eseguito nella provincia dorica circa 900 controlli in materia di contrasto alla contraffazione, sicurezza dei prodotti, lotta all’abusivismo commerciale, al lavoro nero, al possesso di stupefacenti, alla circolazione transfrontaliera di valuta e alle violazioni alla convenzione CITES sulle specie protette.

I controlli hanno portato a scoprire 33 lavoratori senza contratto o pagati con somme "fuori busta", di cui 2 minori, e alla denuncia di 3 datori di lavoro. Scoperti anche 14 casi di affitti "in nero". Individuati 63 venditori abusivi e sequestrati 500mila articoli contraffatti.

Inoltre sono stati intercettati oltre 200mila euro non dichiarati presso il porto di Ancona e l’aeroporto di Falconara, con 12 violazioni riscontrate in materia di movimentazione transfrontaliera di capitali e con il sequestro di oltre 22mila euro.

Sempre durante i controlli alla frontiera, sono state denunciate due persone per traffico illecito di animali in via di estinzione e specie protette. Denunciate anche tre persone per il possesso di sostanze stupefacenti.






Questo è un articolo pubblicato il 18-10-2019 alle 16:20 sul giornale del 19 ottobre 2019 - 976 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, guardia di finanza, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbPy





logoEV
logoEV