Jesi: Pallavolo: Monza si rialza, niente da fare per la Lardini

I tifosi della Lardini Filottrano 3' di lettura Ancona 09/11/2019 - La Lardini lotta, ma è la Saugella Monza a rialzarsi. Il PalaYamamay resta avaro di soddisfazioni per la formazione filottranese, sempre sconfitta nelle quattro gare giocate nel palasport di Busto, tra serie A2 e A1.

La formazione brianzola si impone in tre set, la Lardini parte bene, resta quasi sempre in partita, ma paga alcune disattenzioni nelle fasi centrali dei set. Monza inizia aggressiva al servizio (3-1), la Lardini risponde con il 2 su 2 in attacco di Partenio e sfrutta al meglio il turno al servizio di Nicoletti, che produce un ace e una ricezione lunga su cui è lestissima Mancini sottorete (4-5). La formazione di Schiavo è ben registrata in difesa e a muro: i block vincenti di Mancini e Angelina propiziano l’allungo filottranese, che sfrutta i punti in attacco di Angelina per portarsi sul 7-12. La Saugella rilancia con Ortolani, Orthmann e Danesi (10-12), la Lardini tiene botta sull’asse Papafotiou - Grant (13-15), ma deve fare i conti con Meijners e con qualche disattenzione (19-17). Filottrano va a bersaglio con Nicoletti, che sfrutta una magistrale alzata in bagher di Papafotiou (21-20) dopo una gran difesa di Bisconti. Il finale premia una Monza cresciuta nell’efficienza offensiva e che con Ortolani e Heyrman sigilla il parziale d’apertura (25-21). L’1-0 dà fiducia alla Saugella, che scatta con il muro di Ortolani e “strappa” con Heyrman, a segno in fast e al servizio (7-4). La Lardini ci mette grande dedizione in difesa, il muro di Grant (8-7) e gli attacchi vincenti di Angelina, Nicoletti e Partenio per rimanere in scia di Monza (11-10). La squadra di Dagioni ha una Meijners in grande spolvero: la schiacciatrice olandese va a segno con ogni fondamentale e con il supporto di Orthmann produce l’allungo decisivo (19-11). Coach Schiavo cerca in Bianchini e Moretto nuove risorse per una Lardini che va a segno con Angelina, ma che non riesce a rientrare. C’è spazio nel finale per l’esordio in A1 di Martina Pirro, per il muro vincente di Moretto e per il definitivo 25-18 firmato da Meijners. Tre punti consecutivi di Angelina aprono il terzo periodo (0-3), Bianchini e Partenio alimentano la mini fuga, stoppata dal muro di Ortolani (6-6). Il primo tempo di Moretto e il diagonale di Bianchini ricreano il break esterno, Papafotiou incide al servizio (9-12), ma come nel primo set la Lardini non riesce a gestire il vantaggio, anche per il ritorno di una Saugella che spinge con Orthmann in battuta e alza il muro con Danesi (15-13). Angelina ha il braccio caldo e frena la corsa di Monza (a quota 15 e 18). Heyrman manda avanti le sue (20-18), Angelina è un riferimento in attacco per una Lardini che si tiene in scia (23-22), subisce il muro di Danesi (24-22), annulla il primo match-point con Bianchini (24-23) e con la stessa schiacciatrice ha il pallone per allungare la contesa ai vantaggi, ma l’attacco in diagonale esce per pochi centimetri.

SAUGELLA MONZA – LARDINI FILOTTRANO 3-0

SAUGELLA MONZA: Skorupa, Ortolani 12, Danesi 9, Heyrman 8, Meijners 12, Orthmann 11, Parrocchiale (L); Squarcini. N.e.: Di Iulio, Mariana, Obossa, Bonvicini. All. Dagioni – Parazzoli.

LARDINI FILOTTRANO: Papafotiou 1, Nicoletti 5, Grant 7, Mancini 2, Partenio 8, Angelina 14, Bisconti (L); Bianchini 6, Moretto 2, Pirro. N.e.: Pogacar, Sopranzetti (L2). All. Schiavo – De Persio. ARBITRI: Brancati e Goitre.

PARZIALI: 25-21 (25’), 25-18 (24’), 25-23 (30’).

NOTE: osservato un minuto di raccoglimento per ricordare Alberto Nespoli, storica figura dirigenziale della Pro Victoria Monza, recentemente scomparso. Spettatori 452 circa. Monza: battute sbagliate 10, battute vincenti 4, muri 9, ricezione 70% (40%), attacco 40%; Lardini: b.s. 9, b.v. 2, mu. 4, rice 66% (38%), att. 36%.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2019 alle 22:28 sul giornale del 11 novembre 2019 - 227 letture

In questo articolo si parla di pallavolo, sport, filottrano, Lardini Filottrano