Falconara: complesso ex Asl di via Pergoli, sopralluogo congiunto di Comune e proprietà

2' di lettura 12/11/2019 - Convocati dal sindaco, sono arrivati da Roma martedì mattina i responsabili dell’Ente strumentale alla Croce Rossa Italiana in liquidazione coatta amministrativa, soggetto proprietario del complesso di via Pergoli della Cri, che un tempo ospitava gli ambulatori della Asl.

Franco Ceccarelli, segretario del dipartimento patrimoniale dell’ente e Graziano Gentile, dell’ufficio patrimonio, insieme ai loro tecnici hanno incontrato il sindaco Stefania Signorini, l’assessore all’Urbanistica Clemente Rossi e i tecnici municipali. Insieme hanno esaminato sul posto lo stato degli immobili abbandonati dalla Asl da quasi 10 anni, il cui degrado rischia di penalizzare chi abita o transita nella zona. I cittadini hanno segnalato tra l’altro l’incuria dei tanti alberi attorno al complesso, che rischiano di crollare sulla strada, oltre alla mancanza di una vera e propria barriera attorno a tutto il perimetro dell’area, carenza che consente anche ai ragazzini di entrare all’interno.

All’ingresso di via Preventorio (la strada in discesa che si dirama da via Pergoli) l’accesso è ostruito solo da una sbarra, che si può oltrepassare facilmente. L’accessibilità tanto agevole espone la cittadinanza a potenziali pericoli, dato che alcune finestre sono rotte e i vetri potrebbero colpire eventuali passanti, così come le parti di intonaco che continuano a distaccarsi, mentre una porta è stata divelta e consente di entrare in uno degli immobili.

I rappresentanti dell’ente strumentale alla Cri hanno già preso contatti con un’azienda specializzata per la potatura degli alberi. Il sindaco ha chiesto inoltre di installare una rete di recinzione all’ingresso di via Preventorio e di eliminare i vetri rimasti sospesi alle finestre e le parti di intonaco pericolanti. Il segretario Franco Ceccarelli ha spiegato che l’immobile, una volta valutato dall’Agenzia delle Entrate, sarà messo all’asta, come avvenuto per tanti altri immobili della Cri dopo la modifica della personalità giuridica. Potrebbero però passare molti mesi nell’attesa che si sbrighino tutte le incombenze burocratiche per la vendita e venga effettivamente trovato un acquirente.

"Nel frattempo è necessario e urgente che tutto il complesso venga messo in sicurezza – dichiara il sindaco Stefania Signorini – e, se l’ente non agirà in fretta, dovrò valutare di emettere un’ordinanza sindacale in tal senso".

Della facile accessibilità all’interno del complesso ha fatto più volte le spese la stessa Croce Rossa Italiana: gli immobili, che hanno ospitato la Asl fino al maggio del 2010 prima di essere dichiarati inagibili, nel corso degli anni sono stati danneggiati e imbrattati e alcuni anni fa erano stati rubati tutti i cavi elettrici. Da tempo il Comune di Falconara tenta di mettersi in contatto con la proprietà, ma solo nelle scorse settimane, dopo il rinnovo delle cariche, è stato possibile organizzare un sopralluogo congiunto con i nuovi referenti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2019 alle 16:41 sul giornale del 13 novembre 2019 - 2175 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcHZ





logoEV