Pensionato disabile torturato, arrestata baby gang nel Tarantino

Carabinieri 1' di lettura Ancona 12/11/2019 - 18 ragazzi, 8 dei quali minorenni, sono stati arrestati per aver perseguitato per anni un uomo di 61 anni.

È accaduto in provincia di Taranto, nel piccolo comune di Sava. Così com’è accaduto nel caso Stano, una vera e propria baby gang estorceva denaro a un pensionato di 61 anni affetto da problemi psichici.

I carabinieri di Manduria hanno eseguito, alle prime luci dell’alba del 12 novembre, 20 misure cautelari, dove sono coinvolti 12 maggiorenni – 5 dei quali in carcere, 5 agli arresti domiciliari, due destinatari di divieto di avvicinamento alla persona offesa – e 8 minorenni – 3 associati presso istituti di pena minorile e 5 collocati in comunità di recupero.

Secondo quanto riporta "La voce di Manduria", i ragazzi sono stati accusati, a vario titolo, “di estorsione continuata in concorso, furto aggravato, rapina, detenzione e porto illegale di arma da sparo, atti persecutori”, nei confronti di un pensionato che viveva in una condizione di disagio psichico.

La vicenda ricorda il caso di Antonio Cosimo Stano, il 66enne di Manduria deceduto il 23 aprile, dopo esser stato vittima di torture e aggressioni da più gruppi di giovani. Proprio come la banda degli “orfanelli”, questi ragazzini usavano filmare le proprie bravate mentre minacciavano la vittima estorcendogli denaro. La baby gang esigeva una tangente fissa di 20 euro al mese, presentandosi anche con una pistola nelle incursioni in casa.






Questo è un articolo pubblicato il 12-11-2019 alle 10:45 sul giornale del 13 novembre 2019 - 733 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, Maria Luigia Lapenna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcGy





logoEV