Jesi: 14 posti in Comune, quasi 2500 le domande presentate

2' di lettura Ancona 06/12/2019 - Quasi 2.500 le domande complessivamente pervenute per i tre concorsi pubblici destinati ai 14 posti in Comune.

Un numero che testimonia le grandi aspettative generate dalla possibilità data agli enti locali di tornare ad assumere in maniera più incisiva per far fronte ad un turn over dove, tra pensionamenti e trasferimenti, il saldo resta sempre fortemente negativo.

Solo per restare al Comune di Jesi, nell’ultimo quinquennio (2015-2019) la variazione percentuale del personale di ruolo è stata pari a -14,18%, corrispondente ad una riduzione di 37 unità complessive (da 261 a 224), con una media di 7,4 unità in meno ogni anno. A fronte di 65 unità di ruolo cessate, infatti, vi sono state appena 28 assunzioni, con un tasso di copertura del turn over di appena il 43%.

Come prevedibile è stato il concorso per gli 8 posti di categoria C (dove bastava il diploma) a richiamare più attenzione. Nel sistema telematico del Comune - da quest’anno le domande si presentano solo on line - sono arrivate ben 1.656 richieste di partecipazione entro la scadenza fissata alla mezzanotte di giovedì 5. Il profilo richiesto è quello di istruttore amministrativo contabile a tempo pieno ed indeterminato, di cui uno destinato al Comune di Maiolati Spontini. Per i 7 posti previsti al Comune di Jesi le principali attività richieste sono quelle di supportare il responsabile dell'Ufficio nell'attuazione degli obiettivi e delle attività rispetto alla pianificazione prevista; di istruire, predisporre provvedimenti e redigere atti e documenti e svolgere qualsiasi altra attività richiesta dal responsabile dell’Ufficio in relazione al profilo posseduto.

Sono state invece 370 le domande per i 3 posti di categoria D (con laurea), sempre a tempo pieno e indeterminato, da inserire uno ciascuno negli uffici Affari Generali, Servizi al Cittadino e Servizi Tecnici, mentre 444 quelle pervenute per i tre posti part time a tempo indeterminato da inserire nel settore cultura e musei cittadini (categoria C, dunque senza laurea).

Per ciascuno dei tre concorsi, considerato l’alto numero delle domande, sarà effettuata una prova preselettiva consistente nella soluzione di quiz a risposta multipla di tipo professionale sulle rispettive materie d’esame. L’avviso dei ciascuna preselezione - si terranno tutte e tre dopo le festività natalizie - sarà comunicata con congruo anticipo sul sito internet del Comune di Jesi. Saranno ammessi alle successive prove d’esame i primi 50 candidati (compresi gli ex aequo).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-12-2019 alle 14:48 sul giornale del 07 dicembre 2019 - 503 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdJL