Porto Recanati: coppia arrestata con 35 grammi di eroina

Carabinieri 2' di lettura Ancona 12/12/2019 - I Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata – agli ordini del Colonnello Michele ROBERTI – nel contesto di un servizio coordinato a largo raggio, finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, nella serata di mercoledì hanno eseguito controlli su strada, nei pressi di stazioni ferroviarie, svincoli autostradali e terminal di pullman ricadenti nel territorio della provincia, con posti di controllo lungo le principali arterie, identificando complessivamente 240 persone, con l’impiego di oltre 40 militari delle Compagnie dipendenti, del Reparto Operativo e della NORM della Compagnia di Macerata.

Nel contesto dei servizi sono stati tratti in arresto due pregiudicati - un uomo originario della provincia di Caserta e una donna, entrambi residenti ad Ascoli Piceno – per spaccio di sostanze stupefacenti, poiché a seguito di perquisizione sono risultati in possesso di complessivi grammi 35 di eroina.

I due arrestati, sottoposti a controllo presso la Stazione Ferroviaria di Porto Recanati, hanno insospettito la pattuglia della Stazione di Porto Recanati per il loro atteggiamento di nervosismo manifestato, tanto da indurre i militari ad approfondire i controlli, procedendo anche a perquisizione personale e veicolare, che dava esito positivo.

Una piccola parte dello stupefacente è stata rinvenuta sull’autovettura, mentre oltre 30 gr. erano occultati nei pantaloni della donna (perquisita nella circostanza da una vigilessa della Polizia Locale), la quale ha opposto una ferma residenza al controllo, sferrando calci e spinte ai militari operanti, tentando invano di distruggere le sostanze detenute, venendo quindi deferita all’A.G. anche per il reato di resistenza a P.U.. I due fermati sono stati tradotti presso la loro abitazione, in regime di arresti domiciliari, a disposizione della competente A.G..

Lo stupefacente, del tipo eroina “brown sugar”, risultato tra l’altro di qualità pregiata, avrebbe fruttato sulla piazza complessivamente circa 4.000 euro.

L’intensificazione dei controlli svolti dai Carabinieri in tutto il territorio della Provincia di Macerata risponde a precise indicazioni del Procuratore della Repubblica Giovanni GIORGIO in ordine al monitoraggio a tappeto finalizzato al diffuso fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti che coinvolge sempre più le fasce più giovani.

I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni e alta rimane l’attenzione da parte di tutte le articolazioni del Comando Provinciale in questo particolare momento storico.






Questo è un articolo pubblicato il 12-12-2019 alle 15:59 sul giornale del 13 dicembre 2019 - 202 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdZz





logoEV