L’opera “I Pittori” di Anselmo Bucci ceduta in comodato d’uso gratuito dalla Provincia al Comune di Fossombrone

L’opera “I Pittori” di Anselmo Bucci ceduta in comodato d’uso gratuito dalla Provincia al Comune di Fossombrone 3' di lettura Ancona 15/12/2019 - L’opera “I pittori” dell’artista forsempronese Anselmo Bucci (1887-1955), di proprietà della Provincia di Pesaro e Urbino, resterà stabilmente nei locali della Casa Museo Quadreria Cesarini di Fossombrone, dove è attualmente ospitata, grazie ad un contratto di comodato d’uso gratuito a tempo indeterminato stipulato tra Provincia e Comune di Fossombrone.

La consegna simbolica del dipinto dal presidente della Provincia Giuseppe Paolini al sindaco di Fossombrone Gabriele Bonci e all’assessore alla Cultura Gloria Mei, è avvenuta in una conferenza stampa nella Quadreria Cesarini, alla presenza del direttore generale della Provincia Marco Domenicucci.

Obiettivo della cessione, quello di permettere la fruizione pubblica del dipinto (che in passato era esposto all’interno della Provincia), in un contesto in grado di valorizzarlo al meglio.

“Ringrazio il presidente della Provincia Paolini - ha evidenziato il sindaco Gabriele Bonci - per aver accolto la nostra richiesta di riportare il quadro nella sua casa, rispettando la volontà del notaio Cesarini e dello stesso Bucci, che era suo grande amico, di donare a Fossombrone un museo che ospitasse le opere di tanti artisti e soprattutto di Bucci, fondatore insieme ad altri del ‘movimento del Novecento’. Quando ci siamo insediati, siamo subito intervenuti sulla Quadreria per un restauro ed è in programma anche un intervento strutturale del tetto e della facciata, che consentirà di utilizzare il secondo piano per esporre altre opere”.

“Il mio pensiero - ha detto il presidente della Provincia Giuseppe Paolini - è sempre stato quello che le opere d’arte devono vivere nel contesto in cui gli artisti le hanno create. Oltre al Comune, tanti cittadini di Fossombrone hanno chiesto di avere qui il dipinto. Ho chiesto al Comune di organizzare durante l’anno due eventi in collaborazione con la Provincia. Si potrebbero anche creare momenti di incontro con i ristoratori per arrivare alla creazione di un piatto che rappresenti Bucci e questo territorio. Abbiamo anche chiesto al Comune una copia del quadro (una fotografia stampata su tela formato 150x150, con relativa cornice, ndr) che verrà esposta in Provincia in sostituzione dell’originale”.

Come sottolineato dall’assessore alla Cultura Gloria Mei, “nella Casa Museo Quadreria Cesarini sono esposti di Bucci circa 60 oli su tela, così come dipinti ed una raccolta completa di oltre 600 incisioni. L’opera ‘I Pittori’, datata 1921 - 1924, è frutto di una lunga elaborazione attestata da foto, studi di particolari e disegni. Esposta alla Biennale di Venezia nel ’24, rappresenta uno dei momenti di massima adesione di Bucci al movimento del Novecento, corrente artistica a cui aveva dato il nome e che fondò con Funi, Dudreville, Oppi, Sironi, Malerba e Marussing. Quello della Provincia è un regalo bellissimo che viene fatto a tutta la città di Fossombrone e agli studiosi e visitatori di questo luogo”.

La Casa Museo Quadreria Cesarini è aperta a chiamata, telefonando ai numeri 340.8245162 o 0721.723263.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-12-2019 alle 15:56 sul giornale del 16 dicembre 2019 - 196 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, urbino, pesaro, fossombrone, provincia di pesaro e urbino, pesaro e urbino, anselmo bucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bd7N





logoEV