Gli sequestrano il veicolo senza assicurazione ma continua a guidarlo per mesi. Scoperto dai Carabinieri

Carabinieri 1' di lettura Ancona 12/01/2020 - Nel luglio del 2019 si era visto sequestrare la propria vettura, dopo esser stato colto in flagrante dai Carabinieri di Ancona alla guida del mezzo. L'operaio 41enne di origini peruviane avrebbe dovuto consegnare alle autorità il veicolo sottoposto a sequestro amministrativo, ma ciò non era mai avvenuto

I Militari della sezione radiomobile della Compagnia di Ancona trovavano infatti l'auto parcheggiata in un posto defilato, con il lunotto posteriore in frantumi e in apparente stato di abbandono. Effettuai i controlli sulla targa il veicolo risultava (ancora) privo di assicurazione e per tanto, non potendo in tali condizioni rimanere in una strada pubblica, il veicolo veniva rimosso dalla strada, procedendo ai dovuti controlli sull'intestatario.

I carabinieri scoprivano così che la macchina era stata già sequestrata nel luglio del 2019 perchè priva di assicurazione, e confrontando i dati del momento del sequestro con la distanza segnata dal contachilometri i Carabinieri appurava che, anziché rimanere immobile durate il periodi di sequestro per poi essere consegnata dall'operaio nella disponibilita’ del custode acquirente la macchina aveva percorso ben altri mille chilometri e riportato danni visibili come ad esempio la distruzione del cristallo posteriore.

Una condotta che costava al peruviano una per denuncia per appropriazione indebita, sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e violazioni colpose di doveri inerenti alla custodia di cose sottoposte a sequestro.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 12-01-2020 alle 17:37 sul giornale del 13 gennaio 2020 - 1176 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beWj