Sirolo: Razziavano la tomba della Regina grazie ai metal detector. Denunciati dai Carabinieri

2' di lettura 19/01/2020 - Armati di pale e metal detector i due uomini sono stati sorpresi dai Carabinieri del Nucleo TPC di Ancona unitamente a quelli della Stazione di Numana mentre a scavare senza autorizzazione nella Necropoli Picena. Nelle tasche tre reperti presumibilmente trovati sul luogo

La necropoli Picena presso la zona archeologica denominata “I Pini” è uno dei più importanti siti delle Marche, famoso per il ritrovamento della così detta “Tomba della Regina”. Una testimoninza fondamentale per il territorio di cui rappresenta un vanto artistico e storico, messo però in pericolo dall'azione di due uomini del posto.Equipaggiati con quattro sofisticati metal detector e due pale in ferro i due intraprendenti “Indiana Jones”, rispettivamente di cinquantatre e sessanta anni, scavavano nel terreno dell'area archeologica. A salvare le antichità l'intervento dei carabinieri, che coglievano in flagrante i due uomini, la cui attività aveva permesso di recuperare già tre oggetti, dissotterrati da altrettante buche.

Il materiale, sottoposto a sequestro, sarà consegnato al funzionario archeologo di zona per l’esame tecnico inventariale. Grazie all'intervento dei Carabinieri i manufatti non andranno persi e i due uomini dovranno rispondere per aver illecitamente eseguito ricerche archeologiche e per essersi impossessati di beni archeologici appartenenti allo Stato. Un reato che non solo deruba la comunità di manufatti che rappresentano la storia collettiva del patrimonio culturale, ma rischiano di compromettere i luoghi degli scavi. I servizi di vigilanza e controllo dei siti archeologici continueranno in tutta la regione a cura dell’Arma dei Carabinieri con le sue componenti (Stazioni Carabinieri dislocate sul territorio, il Nucleo TPC e con l’ausilio dei Nuclei Elicotteri Carabinieri) in stretta sinergia con a Soprintendenza di Ancona deputata al controllo e alla tutela dei siti.






Questo è un articolo pubblicato il 19-01-2020 alle 19:59 sul giornale del 20 gennaio 2020 - 1158 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfdW





logoEV