Jesi: gli amici della Fondazione Succisa Virescit ricordano Sandro Paradisi

1' di lettura Ancona 21/01/2020 - In ricordo di Sandro Paradisi, da Giuliano, Tonino e gli amici della Fondazione Succisa Virescit.

Che diremo all'amico che dorme?
La parola più tenue ci sale alle labbra
dalla pena più atroce.
E non c’è tempo per comprendere,
tempo per sperare, tempo per accettare il silenzio.
Parleremo allora alla notte che fiata sommessa
di un uomo giusto, buono e lieve come un arcobaleno.
Parleremo di sorrisi, ironie, sguardi
che incontreremo ancora nei nostri ricordi più preziosi.
Parleremo di attenzioni e gesti silenziosi
donati per alleviare altrui fatiche e sofferenze.
Parleremo di una mitezza elevata a virtù contagiosa.
Parleremo di uno sguardo limpido e vero, curioso
rivolto continuamente al nuovo, ai percorsi mai battuti.
Parleremo di coraggio e tenacia,
sfida permanente alle difficoltà del quotidiano.
Parleremo di umiltà e saggezza,
consapevolezza e conoscenza.
Parleremo di amicizia leale e generosa,
di disponibilità e altruismo.

Parleremo di tenerezza e soavità,
di vicinanza e nobiltà d’animo.
Parleremo di radici recise che ricrescono nella
condivisione, nella solidarietà appassionata e vera.
Parleremo del nostro cuore spezzato per sempre
di nostalgia.
Parleremo di te, parleremo di Sandro
senza altro parlare...








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2020 alle 10:03 sul giornale del 22 gennaio 2020 - 880 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sandro Paradisi, lutto, comunicato stampa, Fondazione Succisa Virescit

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfhQ





logoEV