In arrivo un piano del verde urbano: approvata la mozione dei Verdi

Gruppo Verdi Ancona 3' di lettura Ancona 11/02/2020 - Approvata in questi giorni la mozione dei Verdi con cui si stabilisce la programmazione di interventi strutturali per parchi e giardini urbani. Prevista anche la piantumazione di un albero per ogni bambino nato o adottato.

Un Piano del Verde Urbano per una città più vivibile. Con l’approvazione in consiglio comunale della relativa mozione presentata dai Verdi, Ancona potrà contare, entro pochi mesi, su una programmazione strutturale in grado di pianificare la gestione di parchi e giardini pubblici, con l’obiettivo di migliorare la salute e la qualità della vita cittadina. Il Piano prevede innanzitutto la realizzazione di un censimento del Verde ovvero un rilievo ed un’analisi di dettaglio quantitativa e qualitativa del verde esistente, periodicamente aggiornato e comunicato in maniera trasparente alla cittadinanza. Il documento indica quindi la programmazione degli interventi, che consiste nell’esecuzione delle manutenzioni e nella valorizzazione del patrimonio, oltre a definire le relative spesa nel breve, medio e lungo periodo.

Novità del Piano è la costituzione di un particolare strumento di confronto: la Consulta del Verde, composta da rappresentanti di associazioni di volontariato e finalizzato ad incentivare la partecipazione della cittadinanza sulle questioni relative alla gestione e allo sviluppo del verde urbano. Nella mozione è inoltre espressa la richiesta di piantumazione di un albero per ogni bambino nato o adottato, come riportato dalla legge 10 del 14 gennaio 2013.

“La necessità di varare un Piano nasce dalla consapevolezza – afferma l’architetto Roberta Montalbini co-portavoce dei Verdi di Ancona - che la vegetazione, in ogni sua manifestazione, è elemento essenziale per la conservazione della biodiversità ed è pertanto indispensabile rispettarla come parte di identità del territorio locale e come fattore determinante per la qualità della vita degli abitanti.

Conoscerla, censirla e monitorarla nel suo sviluppo significa considerarla nelle scelte di trasformazione territoriale come elemento irrinunciabile per il paesaggio urbano. Inoltre, tra le molteplici funzioni della vegetazione nelle città, oggi è più che mai necessaria quella ecologico-ambientale che fa riferimento alla mitigazione dell'inquinamento atmosferico attraverso la depurazione dell'aria e la produzione di ossigeno: un ambiente naturale pensato anche come regolatore climatico e mitigazione degli impatti inquinanti”.

Un verde curato migliora l'estetica e l’immagine della città, contribuendo in modo sostanziale a ridurre gli effetti di degrado e gli impatti prodotti da aree costruite e dalle attività dell'uomo. “Inoltre, la fruizione di aree verdi per i nostri giovani - aggiunge Montalbini – può favorire la pratica del gioco e dello sport all’aria aperta e la conoscenza della botanica e più in generale delle scienze naturali, può avere quindi una importante funzione ludico-didattica”.

“L’adozione di un Piano del Verde è un punto di partenza e non un punto di arrivo per la città – conclude Marco Nocchi, co-portavoce dei Verdi – che contribuirà a cambiarne il volto insieme alle importanti opere pubbliche programmate per questa Sindacatura”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2020 alle 17:30 sul giornale del 12 febbraio 2020 - 464 letture

In questo articolo si parla di verdi, politica, gruppoverdiancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgaF





logoEV