Jesi: La polizia stradale potenzia in controlli in A14: ecco i servizi nell'area Esino Ovest

2' di lettura Ancona 03/04/2020 - Intensificati i controlli della Polizia Stradale sia sulla viabilità ordinaria extraurbana che su quella autostradale. I risultati dei controlli del 1 e del 2 aprile: per la maggior parte in regola, ma ancora ci sono i "furbetti".

La Polizia Stradale è presente sulle grandi arterie per garantire il rispetto delle misure varate per il contenimento della diffusione del virus COVID-19, per prestare aiuto e soccorso ai cittadini ed essere di supporto a chi ne ha bisogno. Tali controlli sono diretti a verificare la legittimità degli spostamenti in osservanza dei decreti emanati per il contenimento dell’epidemia da Covid-19.

La Polizia Stradale delle Marche, nel pomeriggio del 1° aprile e nella mattinata del 2 aprile, ha intensificato i controlli prevalentemente lungo la direttrice Nord-Sud, in particolare sulla tratta autostradale della A14, nell’area di servizio Esino ovest, in cui tutto il traffico in transito è stato deviato, con controlli ai veicoli e agli autobus.
I mezzi pesanti, verificata la legittima circolazione per il trasporto di merci necessarie, hanno proseguito la marcia.

Il servizio di controllo, sentite le Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza, Prefetto e Questore di Ancona, e sotto il coordinamento del Compartimento Polizia Stradale per le Marche, è stato realizzato da pattuglie della Polizia Stradale anconetana, con 9 equipaggi, guidati dal Dirigente di Sezione e da un Funzionario, con l’ausilio operativo del Reparto Volo della Polizia di Stato di Bologna e della Polizia Scientifica marchigiana.

Numerosissimi i controlli, la maggior parte dei quali hanno evidenziato la regolarità della circolazione, trattandosi di automobilisti autorizzati agli spostamenti per motivi di lavoro o di salute. Purtroppo non sono mancate le sanzioni amministrative per la violazione delle norme sulla mobilità a carico di cittadini in circolazione senza un motivo valido.

La Polizia di Stato e la Polizia Stradale in particolare non cessano dall’imprescindibile monitoraggio di tali situazioni, al fine di contenere i rischi di contagio epidemiologico. L’importanza del bene salute, tuttavia, non sfugge alla stessa utenza, che si è mostrata collaborativa ed anche riconoscente per l’attività svolta a vantaggio di tutta la collettività.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it







Questo è un articolo pubblicato il 03-04-2020 alle 12:15 sul giornale del 04 aprile 2020 - 268 letture

In questo articolo si parla di cronaca, jesi, polizia stradale, controlli, autostrada A14, cristina carnevali, articolo, coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biWM