Calcio a 5: Cus Ancona, lunedì primo passo per il futuro. Servono regole e orientamenti per il prossimo anno

2' di lettura Ancona 24/05/2020 - Dopo tanta attesa il giorno più importante è finalmente arrivato arrivato. Domani (lunedì 25 maggio) infatti in video conferenza si terrà la riunione del Consiglio direttivo della Divisione di Calcio a 5 della Lega Nazionale Dilettanti.

Una riunione da dove dovranno uscire delle direttive da proporre al Consiglio Federale ai primi di Giugno che sarà chiamato a ratificare quanto proposto. Le prime indiscrezioni parlano di un blocco delle classifiche con la prima che verrà promossa nella categoria successiva mentre l’ultima verrà retrocessa. Per quello che riguarda il girone del Cus Ancona formazione che milita nel campionato di serie B nazionale in serie A2 dovrebbe salire il Prato mentre a retrocedere sarebbe la Cts Grafica Città di Castello.

Una riunione quella in programma domani pomeriggio particolarmente attesa dall’intero movimento del calcio a 5 come conferma Francesco Battistini tecnico del Cus Ancona «Quello che più ci preme è non è tanto sapere i verdetti ma soprattutto le scadenze riguardo la prossima stagione, quando sarà possibile effettuare i tesseramenti, il numero degli stranieri e tutta la questione inerente i fuori quota sia in prima squadra che nell’under 19. Aspetti che questi che ovviamente saranno definiti nelle prossime settimane ma mi auguro che le decisioni in materia siano le più celeri possibili proprio per dare modo alle società di potersi organizzare».

Quanto secondo il suo punto di vista sarà complicato decidere chi verrà promosso e chi invece perderà la categoria «E’ un passaggio piuttosto complicato, alcuni gironi anche in serie B sono in numero dispari, non tutte le squadre possono vantare lo stesso numero di partite. Come se non bastasse ci sarà da decidere il destino della squadra vincitrice dei playoff che ovviamente non sono stati disputati. In serie B a questa appendice di campionato avrebbero dovuto partecipare 40 squadre a livello nazionale. Per quello che riguarda il Cus Ancona da tempo ci abbiamo messo una pietra sopra resta l’amarezza per il fatto che eravamo in corsa per il primo posto, i playoff li avevamo già conquistati cosi come eravamo riusciti ad accedere alla fase finale della Coppa Italia. Guardare al passato non serve a nulla, la voglia è quella di ricominciare ecco perché sarà fondamentale avere quanto prima regole precise sul come muoversi sia per la prima squadra che per l’under 19 ».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2020 alle 17:40 sul giornale del 25 maggio 2020 - 225 letture

In questo articolo si parla di sport, Cus Ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bml5





logoEV