Aerdorica: Carmine Bassetti ricorda Aldo Davanzali nel 40° anniversario della strage di Ustica

1' di lettura Ancona 26/06/2020 - Domani, sabato 27 giugno, ricorre il 40° anniversario della strage di Ustica. Una pagina tristissima della nostra storia: nel 1980 il DC9 Itavia, decollato da Bologna e diretto a Palermo, venne abbattuto tragicamente da un missile e precipitò in mare.

L’Aeroporto delle Marche desidera rinnovare la memoria ricordando i 77 passeggeri e i 4 membri dell’equipaggio che persero la vita, senza però dimenticare l’ottantaduesima vittima “morale”: il proprietario dell’Itavia, l’imprenditore marchigiano Aldo Davanzali. Un grande uomo, grande manager, un capitano d’industria e visionario, che già allora aveva realizzato il suo ambizioso progetto di trasporto globale terra – cielo - mare.

Un precursore del viaggiare low cost: l’Itavia è stato il primo smart carrier a rompere il monopolio dei cieli italiani, volando da Ancona su Roma, Milano, Crotone e collegando Bologna alla Sicilia e alla Sardegna. Il nostro ricordo va anche alla Sadar-Incop, società navale specializzata in lavori di edilizia marittima e di rimorchio portuale, che con i suoi 200 dipendenti dette importanza al porto di Ancona, oltre alla Adanussing, che avviò i primi collegamenti in pullman da Crotone a Roma.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2020 alle 17:17 sul giornale del 27 giugno 2020 - 338 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Aereoporto Raffaello Sanzio, aereoporto, Aerdorica spa, ustica, aldo davanzali, itavia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpcs





logoEV