Pesca in zona vietata, multe e sequestri per quattro pescherecci

1' di lettura Ancona 17/07/2020 - Proseguono i controlli della Guardia Costiera di Ancona finalizzati al contrasto della pesca abusiva e della pesca in zone vietate.

Negli ultimi giorni, durante i controlli del litorale compreso tra la foce del fiume Cesano e quella del fiume Musone, i militari della Guardia Costiera hanno intercettato quattro imbarcazioni intente alla pesca del tonno rosso ad una distanza dalla costa superiore a quella consentita dalle norme ed in zona vietata alla pesca, più precisamente negli specchi d'acqua antistanti le piattaforme di estrazione idrocarburi.

Durante i controlli sono stati inoltre rinvenuti e rimossi 116 attrezzi da pesca posizionati in zone vietate o privi dei simboli di identificazione, suddivisi in 27 cestini, 4 nasse e 85 bertovelli. Le infrazioni rilevate hanno portato al sequestro del prodotto ittico e delle attrezzature da pesca e ad una serie di multe per un totale di 14 mila euro.






Questo è un articolo pubblicato il 17-07-2020 alle 16:08 sul giornale del 18 luglio 2020 - 233 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, guardia costiera, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqVE





logoEV