Falconara, Calcina sulla bretella tra statale e via del Consorzio: ''Ci sono i soldi, ma la Giunta non li vede''

2' di lettura Ancona 05/08/2020 - Se la Giunta Signorini non ascolterà il consiglio di CiC/FBC/SAF formulato per il bene della città Falconara perderà un’occasione clamorosa per realizzare in tempi rapidi il collegamento di via del Consorzio con la SS16

Un collegamento che attende da 23 anni e che doveva fare l’API in forza alla Convenzione stipulata con il Comune (Sindaco Carletti) nel 1997 quale opera di compensazione per i “disagi” della centrale termoelettrica IGCC e che il Sindaco Brandoni abbonò ai Brachetti Peretti con la sciagurata Convenzione 2008 per la realizzazione di altre 2 centrali termoelettriche (fortunatamente naufragate).

Quel collegamento che dovrebbe fare RFI con le opere di compensazione per “i disagi” determinati dalla realizzazione del bypass ferroviario. Ieri, in Commissione consiliare I^, abbiamo detto che sulle opere di compensazione che dovrebbe realizzare RFI dobbiamo essere franchi e realistici: se RFI le farà dovremo aspettare almeno 6 anni ma siccome RFI, il 12 dicembre 2015 con la nota prot. nr. 48244, ha già scritto che la priorità del finanziamento CIPE sono i binari e, se avanzeranno i soldi, si faranno le opere di compensazione noi crediamo che quell’opera non la vedremo mai realizzata neanche da RFI.

Questo presagio è tanto più vicino alla realtà se si considerano gli ulteriori sviluppi dell’opera del bypass ferroviario che, nel febbraio scorso, ha costretto RFI a compartecipare con 640.000 Euro non preventivati alla risoluzione dell’interferenza di due piloni del viadotto Esino con la nuova configurazione del canale della Liscia in capo al Consorzio di Bonifica. SONO ULTERIORI 640.000 EURO TOLTI ALLE OPERE DI COMPENSAZIONE!

Ecco perché Falconara non può lasciarsi sfuggire l’occasione di usare parte dei 2.843.380 Euro per realizzare, da sola, il collegamento dalla fine di via del Consorzio con la SS16 che, tra l’altro, rappresenta un intervento compatibile anche con le esigenze di migliorare la viabilità da e per l’aeroporto. Non è vero quanto affermato in Commissione I^ dall’Assessore Barchiesi e dal Vicesindaco Mondaini i quali, pur di contrastare la proposta di CiC/FBC/SAF, hanno sostenuto rispettivamente che l’Amministrazione comunale ha “fatto un’ipotesi di intervento per giustificare come il nostro territorio richieda una serie di interventi” e che “la Variazione delle OO.PP che ci è stata chiesta non prevede un dettaglio degli interventi”.

La Delibera che vorranno far approvare al Consiglio Comunale di domani 6 agosto recita chiaramente che “ai fini della realizzazione degli investimenti richiesti dalla Regione (…) è stato predisposto da parte del gruppo di progettazione interno guidato dal Dirigente del 3° Settore (…) il progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’intervento”. È un porgetto che non prevede il collegamento di via del Consorzio con la statale 16, e dunque è sbagliato.


liste civiche Cic/Fbc e Siamo Falconara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-08-2020 alle 17:09 sul giornale del 06 agosto 2020 - 246 letture

In questo articolo si parla di politica, liste civiche, falconara marittima, Loris Calcina, elezioni amministrative 2018, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsAD





logoEV