Jesi in Rima: "Que se fa a Feragosto?"

1' di lettura Ancona 09/08/2020 - Appuntamento estivo con la rubrica Jesi in Rima: Marinella Cimarelli si appresta a trascorrere il 15 agosto ai tempi del Covid..

QUE SE FA' A FERAGOSTO?

Mmo' ndo' gimo a Feragosto
senza fa' quele 'mmucchiade,
le tovaje apparecchiade,
sci' che non troamo 'n posto
bello largo a piacimento
ndo' non fa' l'assembramento?
Sempre be' va' 'l San Vicino
o anco' Poggio San Romualdo,
che non fosse troppo caldo
senza folla né casino...
Dovrìa esse rilassante,
soprattutto l'importante
'rmane sempre la magnada
che fedele a tradizione
assigura na' porzione
abbondante e sgolfanada!
'N po' manga' li vincisgassi,
le padade, la grijada
'n po' de misto d'insalada
digerimo pure i sassi...
Sempre be' va l'Acquasanta,
lo Rotone Vecchio a Moie,
pe' levasse quele vòje
del paesaggio che t'ancanta!
Su la diga Cingolana
ce starìa le Cascadelle,
miga male pure quelle
se po' mette i piedi a mollo
solo armane più lontana...
Che però vale la pena
e sci' rtòo n'altalena
me ce metto a dondola'
come quann'ero munella,
tocca fa' na' scappadella,
dopo 'l Covid da galera
peggio dei domiciliari...
dei ricordi belli e cari
scinno' 'rmane la chimera!






Questo è un articolo pubblicato il 09-08-2020 alle 11:19 sul giornale del 10 agosto 2020 - 185 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsXW