Manca l'indicazione del luogo di origine, 10mila mascherine sequestrate al porto

1' di lettura Ancona 11/08/2020 - Sequestrato al porto di Ancona un carico di mascherine in stoffa provenienti dall'Albania

Le mascherine sono state individuate e sequestrate dagli uomini della Guardia di Finanza e dell’Ufficio delle Dogane di Ancona in servizio al porto. Durante i controlli è emerso che le mascherine, 10mila pezzi in stoffa, erano prive delle indicazioni sul luogo di produzione.

Dato che il confezionamento era realizzato completamente in italiano, i militari hanno svolto ulteriori accertamenti che hanno consentito di accertare l’origine albanese delle mascherine. Origine in alcun modo riportata sul prodotto o sulla confezione, dove era invece ben evidente l’indicazione del rivenditore italiano. Considerando che ciò può trarre in inganno i consumatori, l'intero carico è stato sequestrato.

Il destinatario della merce rischia ora una multa salata, da 10mila a 250 mila euro. È stato inoltre segnalato alla competente Camera di Commercio.








Questo è un articolo pubblicato il 11-08-2020 alle 12:38 sul giornale del 12 agosto 2020 - 456 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guardia di finanza, porto di ancona, marco vitaloni, articolo, mascherine

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bs9o





logoEV