Si tuffa dal traghetto, rischia di venir tranciato dalle eliche: salvato dalla polizia

1' di lettura Ancona 14/08/2020 - Si tuffa dal traghetto per evitare i controlli, rischiando di venir risucchiato e tranciato dalle eliche: 22enne afghano salvato dalla polizia al porto di Ancona

L'episodio è avvenuto giovedì al porto, durante lo sbarco dei passeggeri del traghetto proveniente dalla Grecia. Per eludere i controlli di frontiera, il 22enne, irregolare, si è buttato in mare dalla nave durante le manovre di attracco, senza essere visto. A nuoto ha poi raggiunto la parte posteriore della nave e si è nascosto nel parabordi, dove è rimasto per diverso tempo. Un gesto dettato dalla disperazione, dato ha rischiato di scivolare in acqua e venir risucchiato dalle eliche.

A notare la figura umana, nascosta dal portellone, sono stati proprio i poliziotti in servizio allo scalo dorico. Gli agenti hanno ordinato al comandante della nave di spegnere i motori e sollevare il portellone in modo da riuscire a recuperare il ragazzo in sicurezza. I poliziotti si sono quindi adoperati per raggiungere il giovane, privo di forze e semi-cosciente, e portarlo sulla banchina. Soccorso dal 118, il 22enne è stato trasportato all'ospedale di Torrette per le cure del caso.

Dopo essere stato identificato il giovane ha chiesto lo stato di protezione internazionale ed è stato affidato alla Prefettura per essere collocato in una struttura idonea, dove sarà sottoposto al protocollo sanitario previsto dalla normativa anti-Covid.






Questo è un articolo pubblicato il 14-08-2020 alle 15:39 sul giornale del 17 agosto 2020 - 952 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, porto di ancona, traghetto, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/btpn





logoEV