Pesaro: Acquisto aree ferroviarie in zona stazione e via dell’Acquedotto, il consiglio comunale approva la delibera

consiglio comunale 5' di lettura Ancona 22/09/2020 - Dopo la pausa estiva è tornato a riunirsi il Consiglio comunale. Tra le delibere approvate in aula, l’acquisto delle aree ferroviarie in zona stazione e via dell’Acquedotto, per la realizzazione degli interventi del progetto Sprint.

“Nello specifico – spiega l’assessore all’Operatività Enzo Belloni - la delibera si propone di aggiornare il “Piano delle alienazioni e degli acquisti”, inserendo l’acquisto delle aree delle società Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A., FS Sistemi Urbani Srl – Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e RFI Rete Ferroviaria Italiana (valore complessivo pari ad euro 1.402.000,00 euro). Spazi nei quali andranno a realizzarsi tre interventi: la pista ciclopedonale via dell'Acquedotto, la realizzazione del parcheggio a raso, il recupero edificio locomotive FFSS con realizzazione “Bike Hub”.

Interventi che mirano a migliorare la qualità del decoro urbano, “Lo scopo è quello di mantenere, riusare e rifunzionalizzare aree pubbliche e strutture edilizie esistenti, per finalità di interesse pubblico. Accrescere la sicurezza territoriale e la capacità di resilienza urbana, potenziare le prestazioni ed i servizi di scala urbana, tra i quali lo sviluppo di pratiche del terzo settore e del servizio civile, per l'inclusione sociale e la realizzazione di nuovi modelli di welfare metropolitano e urbano. Incentivare la mobilità sostenibile e l'adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali e culturali, educativi e didattici, nonché alle attività culturali ed educative promosse da soggetti pubblici e privati”.

Tra gli interventi: Nicholas Blasi, Pd: “Il tema del recupero delle aree degradate è fondamentale in un’ottica di strategia della stessa. Ben venga il piano, potrebbe essere l’occasione per pensare a quell’area come un nuovo nodo strategico”. Lorenzo Lugli, M5S: “Un progetto che ci piace, che porta dignità in una zona dimenticata per anni. Così si dà impulso alla mobilità sostenibile. Un comune moderno e che rispetta l’ambiente si deve muovere in questo senso”. Luca Pandolfi, Forza Pesaro #Ungranbelpo’: “Il senso del bando delle periferie è riqualificare aree all’interno della città. Questa era un’isola dimenticata della città, un luogo delicato. Si parla di riqualificazione, ma dietro c’è molto di più: si ha la finalità di creare contenitori per la cultura, sociale, sport”.

Approvata all’unanimità la modifica al piano triennale delle opere pubbliche 20-22, che prevede l’inserimento dei seguenti interventi: - Lavori di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza del ponte in strada del Foglia (nuove barriere guard rail - € 440.000,00) - Lavori di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza del cavalcaferrovia via Montegrappa (€ 3.000.000,00) - Lavori di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza stradale (impianti semaforici a lampade led - € 200.000,00) - Riduzione del rischio idrogeologico in strada San Donato in prossimità dell'abitato di Ginestreto (€ 200.000,00) - Lavori di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza ed efficientamento energetico scuola elementare via Fermi (€ 600.000,00) - Lavori di manutenzione straordinaria per messa in sicurezza ed efficientamento energetico scuola elementare di Borgo S. Maria, via Montebianco (€ 380.000,00)

Inserite modifiche del progetto definitivo ed esecutivo per la realizzazione di un percorso ciclopedonale lungo Calata Caio Duilio e della pista polivalente ciclo-pedo-rotellistica alla Torraccia: “Il bando nazionale ci permetterebbe di ricevere un contributo a fondo perduto di 700mila euro - afferma Belloni - a fonte di un intervento previsto di 1 milione e 350mila euro. Un asse strategico per la città e per tutte gli sport su due ruote. Un luogo d’allenamento sicuro sia per i più piccoli che per i grandi”. Tra gli interventi: Giulia Marchionni, Prima c’è Pesaro: “La variazione ci trova favorevolmente colpiti e contenti di lavorare insieme. È un progetto ambizioso, che guarda al futuro e vuole riqualificare un’area oggettivamente degradata. Mi spaventa non avere idea rispetto alla tempistica”. Lorenzo Lugli, M5S: “I soldi messi a disposizione del governo vengono impegnati per migliorar la città, da Pesaro parte una bella risposta”. Anna Maria Mattioli, Pd: “Con questo intervento si porta abilità e sicurezza in una zona degradata”.

Votata anche la variazione al bilancio di previsione finanziario 20-22. “La parte più importante riguarda gli asili nido – spiega l’assessore al Bilancio Riccardo Pozzi -, 260mila euro complessivi che andiamo a destinare per la messa in sicurezza di queste strutture, con particolare riferimento a quelli che sono i protocolli e normative anti-Covid. Di questi 100mila euro riguarderanno gli edifici, gli altri divisi tra convenzioni e trasporto scolastico. Una cifra di parte corrente per mettere in sicurezza l’avvio scolastico. Questa variazione ci consente di rispettare anche un impegno preso dal Consiglio, che prevedeva la creazione di un capitolo destinato a fondi anti-violenza e iniziative ed eventi legati alla parità di genere. Sulla parte capitale, oltre agli interventi in parte citati da Belloni, abbiamo anche l’intervento della sesta pista ciclabile: con questa co-partecipazione al fondo Feamp che ci consentirà di unire viale Trieste con il porto. La prima parte di un intervento storico, richiesto più volte da parte del quartiere. Sulla parte degli investimenti continuiamo ad accelerare”.

Tra gli investimenti inseriti anche i lavori alla scuola di via Fermi, Borgo Santa Maria e la pista di ciclo rotellistica a Torraccia. “Avere un bilancio sano non è soltanto un vanto per l’Amministrazione, ma è ciò che ci permette di garantire servizi ai cittadini”. Tra gli interventi: Sergio Castellani, Una città in Comune: “La pista ciclabile al porto mi emoziona. Se ne parla da anni, ringrazio il sindaco per aver creduto e dato entusiasmo al comitato che ha proposto l’idea”. Giampiero Bellucci, Pd: “Tutti dovremmo fare un’azione ricognitiva su quanto fatto e vanno ricordate le condizioni di alcune famiglie che si sono trovate e si trovano in difficoltà a causa della pandemia. Come stanno? Vivono situazioni difficili?”.

Approvata anche la modifica al tracciato e cessazione all’uso pubblico di un tratto di strada vicinale denominato strada Della Visciola, località Fiorenzuola di Focara e costituzione servitù di uso pubblico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-09-2020 alle 20:17 sul giornale del 23 settembre 2020 - 231 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Comune di Pesaro, comunicato stampa