Osimo: Rissa tra giovani in Corso Mazzini. Cinque i denunciati

2' di lettura Ancona 22/10/2020 - Sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria dal Commissariato della Polizia di Stato di Osimo cinque giovanissimi osimani, tra i 20  e i 30 anni, che si sono resi protagonisti di una rissa lungo corso Mazzini.

La vicenda risale ad una domenica dello scorso fine agosto, alle tre di notte con i locali chiusi molti sono i giovani che ancora si trattengono a fare due chiacchere per le vie del centro storico, quando una parola di troppo un occhiata percepita come una provocazione si trasformano in spintoni poi calci, pugni, schiaffi sfociando in atti di violenza impressionante.

Provano a fermarli ma i gioavni continuano a picchiarsi per qualche minuto per poi scappare per i vicoli del centro storico. Per ricostruitre la vicenda a supporto del lavoro svolto dai poliziotti del Commissariato, diretti dal Dr. Stefano Bortone, e stabilire i ruoli di questa vicenda, sono le immagini del sistema di videosorveglianza del Comune, posizionate in punti strategici della città, che hanno ripreso tutto. Il tutto unito all'attività investigativa degli agenti di Polizia, con l’ausilio degli esperti della Polizia Scientifica, hanno consentito di dare un nome ed un cognome agli autori del fatto.

Uno dei giovani ha anche riportato una frattura alla mano mentre altri se la sono cavata con ematomi ed escoriazioni. I giovani dovranno rispondere del reato di rissa aggravato dalle lesioni per il semplice fatto di avervi partecipato ed indipendentemente da chi ha iniziato o dal motivo della lite. Successivamente il Giudice, in sede di processo, stabilirà a graduare per ognuno di loro la pena effettiva, stabilendola tra un minimo di tre mesi ed un massimo di cinque anni di reclusione, così come prevede l’art. 588 del codice penale.

Per ora va avanti l’attenta vigilanza dei Poliziotti di Osimo nelle zone e vie del centro storico, al fine di garantire che il divertimento dei molti giovani, anche provenienti da altri comuni, si svolga nel rispetto delle stringenti misure anti-covid varate da Governo e Regione, nel rispetto delle persone residenti, che a volte segnalano urla e schiamazzi che disturbano il loro riposo, e nel rispetto della legge in genere.






Questo è un articolo pubblicato il 22-10-2020 alle 12:32 sul giornale del 23 ottobre 2020 - 324 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, polizia, centro storico, giovani, rissa, denuncia, articolo





logoEV
logoEV