Continuano in streaming i concerti del progetto “Oltre l'ascolto” per abbattere le barriere della disabilità

3' di lettura Ancona 26/10/2020 - Non si fermano i concerti del Progetto “Oltre l’Ascolto - Esperienze di diversa abilità nella dimensione della musica” promosso dall’Accademia d’Arte Lirica di Osimo, Lega del Filo d’Oro e Museo Tattile Statale Omero, in collaborazione con il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro e l’Associazione “Ragazzi Oltre” di Ancona – con il contributo di Cariverona e con il Patrocinio del Garante Regionale dei diritti alla persona.

Se non sarà possibile aprire al pubblico i teatri e le sale da concerto, di conseguenza al DPCM del 25 ottobre, gli eventi avverranno a porte chiuse, davanti alle telecamere, in diretta sulla piattaforma Facebook di Osimoweb. Il progetto prevede la relazione musicale - e dunque affettiva ed espressiva - fra persone di diversa capacità comunicativa: musicisti di diversa formazione (compositori, strumentisti e cantanti, tra cui allievi e insegnanti del Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro e dell’Accademia di Osimo) hanno fatto esperienze musicali con gli utenti della Lega del Filo d’Oro, con musicisti diversamente abili, con gli studenti delle scuole, con gli ospiti delle case di riposo, di strutture sanitarie, delle carceri.

Dopo i primi tre incontri musicali dal vivo e in diretta streaming, dal Teatrino Campana di Osimo, un nuovo incontro è programmato mercoledì 28, alle ore 17.30 presso la sede dell'Accademia d'Arte Lirica: vi prendono parte i Solisti dell’Accademia d’Arte Lirica di Osimo e la pianista Mirca Rosciani, impegnati in un programma di musiche di Rossini e Donizetti. All’incontro saranno collegate le sedi della Lega del Filo d’Oro sparse per la penisola e le case di riposo del territorio.

Un incontro musicale in diretta streaming è previsto anche per le Carceri territoriali, sul tema “Opera e Canzone d’autore”. In streaming anche il primo dei due concerti sul tema “Musica e diverse abilità”che si terranno ad Ancona, presso l’Auditorium della Mole, promossi dal Museo Statale Omero, l’unico al mondo che permette di conoscere l’arte attraverso il tatto. Sabato 14 Novembre, alle ore 19, “Da Bach al Pop” racconterà di compositori che hanno conosciuto la disabilità, dalla cecità di Bach alla sordità di Beethoven, esplorando l’eredità di questi grandi musicisti raccolta dalla musica leggera negli ultimi decenni del Novecento. Protagonisti saranno i solisti dell’Accademia d’Arte Lirica di Osimo, insieme con i pianisti Valeria Picardi ed Enrico Guercio ed il sassofonista Leonardo Sestilli.

Non si vuole abbandonare la speranza che,allo scadere del divieto di pubbliche rappresentazioni, che il DPCM fissa per il 24 novembre, veda la luce l’opera Lo scrigno magico, prevista per il 28 novembre al Teatro La nuova Fenice di Osimo. E’una nuova composizione, realizzata nella scrittura e nell’esecuzione da persone di abilità diverse, che durante il lavoro assieme hanno imparato ad interagire proficuamente e a comunicare in maniera efficace. Il soggetto è di Paola Rupilli, ospite presso la Lega del Filo d’Oro, i compositori sono Niccolò Neri e Alex Russo, allievi di Didattica della musica del Conservatorio di Pesaro, col loro docente Fabio Masini.

Accanto alla pièce, sono programmate anche due liriche di Giovanna Orvietani – un’altra ospite della “Lega” - musicate da Alessio Santolini e Filippo Scaramucci, allievi di Composizione dello stesso Conservatorio. Sulla scena saliranno i solisti dell’Accademia d’Arte Lirica e un ensemble strumentale che include giovani che – attraverso la musica – mostrano di aver superato con il loro talento le loro notevoli difficoltà. La regia sarà affidata a Matteo Mazzoni, che firma l’impianto scenico, i costumi e le luci. Allo stesso modo si spera che il pubblico potrà assistere al concerto programmato per Giovedì 3 dicembre, con il programma “Vienna”, frutto di un laboratorio di musica da camera sui LiebesliederWaltzes di Brahmsche il pianista Luigi Mariani, non vedente, conduce con Lorena Gaccione e i giovani cantanti della storica istituzione osimana.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2020 alle 17:54 sul giornale del 27 ottobre 2020 - 187 letture

In questo articolo si parla di musica, arte, spettacoli, progetto, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzNr