Disagio economico e crontrasto alla criminalità: il monitoraggio della Prefettura di Ascoli

2' di lettura Ancona 25/11/2020 - Nel primo pomeriggio di mercoledi, da remoto, il Prefetto Stentella ha nuovamente tenuto un incontro al quale hanno partecipato oltre ai vertici delle Forze dell'Ordine anche il Procuratore della Repubblica, il Direttore della Banca d'Italia, il Presidente della Camera di Commercio delle Marche, il Presidente della Commissione Regionale ABI, il Presidente del Consiglio Notarile di Ascoli Piceno, il Vice Presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti, i Presidenti delle Associazioni di Categoria, le categorie sindacali CGIL-CISL-UIL., al fine di proseguire l’attività di monitoraggio delle situazioni di disagio economico provocate dalla emergenza pandemica ed agevolare la concreta attuazione delle nuove misure governative di sostegno a famiglie, imprese, lavoratori autonomi e professionisti in difficoltà a seguito delle misure restrittive in atto.

Nel corso dell’incontro, dopo aver analizzato la situazione in atto sul territorio, gli intervenuti si sono soffermati sulle ultime novità introdotte dal Governo con i cd "Decreti Ristori" e, al riguardo, il Direttore della Banca d'Italia ed il rappresentante ABI hanno confermato che il sistema bancario ha provveduto ad erogare gli stanziamenti finanziari concessi senza rilevare situazioni di particolari difficoltà, continuando a svolgere la delicata funzione di supporto dell'economia locale in stretta collaborazione con le categorie produttive e le parti sociali. A fronte di un importante incremento dei flussi finanziari, negli ultimi mesi si è assistito ad un netto calo dei livelli occupazionali che ha colpito soprattutto la popolazione più giovane, unitamente a consistenti flessioni nei consumi e negli investimenti.

E’ stato altresì rilevato un incremento delle richieste relative al reddito di cittadinanza che comunque richiedono grande attenzione al fine di evitare truffe ai danni dell’Erario. Il Direttore dell’INPS ha sottolineato l’impegno dell’Ente per fronteggiare le istanze pervenute rendendo noto che si registra un notevole incremento del ricorso alla CIG in deroga rispetto all’anno 2019. Il Procuratore della Repubblica, pur rilevando che non emerge la percezione di reati connessi alla infiltrazione nel settore economico finanziario della criminalità organizzata ha evidenziato la necessità di mantenere alto il livello di attenzione da parte di tutte le istituzioni. I presenti hanno espresso apprezzamento per l’incontro durante il quale è stato raggiunto un proficuo confronto sinergico tra gli attori del sistema che sono stati messi in grado di acquisire utili elementi per fronteggiare al meglio la complessa situazione in atto. Il Prefetto nel ringraziare gli intervenuti ha ricordato che in questo particolare momento occorre la massima coesione tra istituzioni cittadini ed imprese al fine di superare le difficoltà connesse alla crisi economica in un territorio particolarmente fragile anche a seguito dei noti eventi sismici.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2020 alle 19:22 sul giornale del 26 novembre 2020 - 300 letture

In questo articolo si parla di attualità, prefettura di ascoli piceno, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDsf